Viadotto Puleto E45 non è ancora pronto, potrebbe slittare apertura

 
Chiama o scrivi in redazione


Senatrice Modena, riapertura parziale della E45, piccolo passo in avanti, ma non risolutivo

Viadotto Puleto E45 non è ancora pronto, potrebbe slittare apertura

I lavori per ripristinare parzialmente la E45, all’altezza del viadotto Puleto, proseguono a passo di marcia. «L’attività – dice Anas – sarà completata entro la settimana». Ieri mattina, in prefettura, si è svolto un tavolo tecnico voluto anche dallo stesso prefetto Anna Palombi, dove è stato fatto il punto della situazione. Il giorno della possibile riapertura parziale. Si parla tra lunedì o martedì mattina, ma potrebbe slittare anche oltre.

Si è parlato anche dell’aspetto legato agli autovelox. Saranno fissi collocati all’inizio del ponte in entrambi i sensi si marcia, dentro delle postazioni specifiche. Il limite resta di 40 chilometri orari dove c’è il restringimento di carreggiata. Il personale di Anas e della Polstrada avranno il compito di monitorare i chilometri prima del restringimento, in modo che nessun mezzo con portata complessiva superiore alle 3,5 tonnellate attraversi il viadotto Puleto della E45. I tempi sono ristretti, nonostante i lavori sono andati avanti senza sosta e le verifiche della procura sulle prescrizioni saranno rigide.

Nel frattempo continua l’appello degli autotrasportatori alla istituzioni: “Aiutateci a tenere alta l’attenzione su questa tragedia economica”. E’ il succo dell’incontro che si è svolto mercoledì scorso nell’area di servizio della E45, a Sansepolcro, tra i rappresentanti del comitato “I dimenticati della E45 e il mondo degli autotrasportatori. Credono sia gravissimo il fatto che il governo non si sia ancora attivato per tutelare i lavoratori, le aziende colpite e le categorie economiche. Se entro pochi giorni nulla dovesse cambiare sono pronti alla mobilizzazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*