SCALO UMBRO A RISCHIO CHIUSURA

Aeroporto_Perugia

(umbriajournal.com) PERUGIA – Rischio di chiusura per l’aeroporto San Francesco di Perugia a causa del mancato rinnovo della concessione nazionale da parte del governo Monti: e’ quanto sottolinea il deputato umbro del Pdl Pietro Laffranco che sulla questione ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti (RPT: delle
infrastrutture e dei trasporti).
”L’unico scalo per i voli di linea della regione Umbria, rinnovato nel 2011 su progetto di Gae Aulenti – spiega Laffranco in una sua nota – con un investimento pari a 42,5 milioni, di cui solo la Presidenza del Consiglio ne ha investiti 27 milioni e ben 3 milioni l’Enac, rischia la chiusura. Ora chiedo al ministro se non ritenga paradossale la chiusura di uno scalo come il San Francesco di Perugia, inaugurato da appena un
anno”.
”Si fa presente – aggiunge Laffranco – che l’aeroporto San Francesco, attualmente collega con voli di linea Londra, Bruxelles-Charleroi, Barcellona-Girona, Trapani, Milano/Bergamo, nei periodi estivi inoltre collega le migliori localita” turistiche europee quali Palma de Maiorca, Ibiza, Creta, Rodi, Santiago, Sharm el-Sheik, e sono in corso trattative per Parigi Amsterdam, Colonia, Brindisi e Lamezia Terme. Il mio e” un appello al buon senso del ministro e che prenda inconsiderazione tale realta”””.
”Mi auguro – conclude Laffranco – che il nuovo Governo intenda rivalutare la decisione del piano di riduzione del governo Monti nel quale rientrava erroneamente lo scalo San Francesco di Perugia. Non si puo” pensare che tale scalo con un transito di stimato di 200.000 passeggeri l”anno solo in tutto
il 2012, possa essere chiuso dopo solo un anno”.
Nell’interrogazione scritta, Laffranco, chiede quindi che sia rivista la procedura di assegnazione della concessione ventennale per salvaguardare gli investimenti fatti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*