Startup Grind torna con un evento su innovazione e imprenditorialità nel turismo

Startup Grind torna con evento su innovazione e imprenditorialità nel turismo

Startup Grind torna con evento su innovazione e imprenditorialità nel turismo

Startup Grind torna con un evento su innovazione e imprenditorialità nel turismo. Startup Grind​, la più grande comunità al mondo di startup e appassionati di innovazione, torna nel nuovo formato regionale, dopo la fusione delle sedi di Perugia e Foligno, con un evento incentrato sull’innovazione e l’imprenditorialità nel settore turistico. Il nuovo format prevede eventi mensili itineranti nelle maggiori città umbre, con un focus costante sui temi di maggior interesse per lo sviluppo locale della regione.

L’evento di lancio di Startup Grind Umbria si terrà ad Assisi. Martedì 19 novembre 2019, dalle 11:00 alle 12:30, presso DigiPASS Assisi, ​Federico Cuppoloni e ​Alberto Fecchi ​presenteranno startup di rilevanza nazionale nel settore turistico. Insieme a ​Enrico Battistelli ​(BP Cube Business Incubator), interverranno Massimiliano Maccabei ​(founder di City Up), ​Alessandro Mantoni ​(founder di Play To Trip) e ​Salvatore Lotta​ (founder di BeeCommerce).

A seguire, gli ospiti interverranno in una tavola rotonda su temi quali il significato dell’innovazione in un settore popolato da piccoli attori come quello turistico, il lavoro di ecosistema in sinergia con istituzioni e associazioni di categoria e la cooperazione tra aziende tradizionali e startup. Al termine dell’incontro, gli ospiti risponderanno alle domande del pubblico e ci saranno spazi di networking.

City Up

Tutta la città di Perugia in un’unica app

City Up,  con i suoi 7 anni di esperienza, è la prima app della città di Perugia e di Assisi, che vuole mettere in relazione gli utenti, il mondo pubblico e il mondo privato: connettendo cittadini e turisti, attività commerciali e pubblica amministrazione.

City Up intende affermarsi come strumento e modello di pubblica utilità, multilingue e gratuito per l’utente mobile, caratterizzato da una funzione solitamente estranea al mondo delle app: la capacità di instaurare un saldo rapporto con gli attori di una realtà territoriale, stakeholder pubblicieprivati.

L’app inizialmente concepita per operare in un territorio ha avuto l’esigenza, pur mantenendo le sue peculiarità fondamentali, di adattarsi ai caratteri di altri territori grazie alla progettazione di una architettura dell’informazione e di una piattaforma dinamiche e flessibili. Questo potrà servire da base per una serie di app territoriali distinteeconnessetra loro.
Il modellodi City Up è assolutamente scalabile, permettendo di adattare l’applicazione ad aree amministrative e geografiche più o meno ampie, affidando il tutto ad un’impresa di giovani così da dare la possibilità di creare occupazione giovanile sul territorio.

EVENTI, PROMO, locali, musei, monumenti, musica dal vivo, dj set, COUPON, servizi, mobilità e molto altro ancora… a breve anche le NEWS!
Abbiamo concentrato le funzionalità di molte app in un unico solo strumento in italiano ed in inglese.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
14 × 1 =