Riaperture, Perugia ritorna a vivere, allegria ed entusiasmo 🔴📸 foto e video

 
Chiama o scrivi in redazione


Riaperture, Perugia ritorna a vivere, allegria ed entusiasmo

Perugia ritorna a vivere. Con il via libera alla ristorazione all’aperto sono spuntati i tavolini fuori. Vivacità, allegria, entusiasmo e qualche brindisi qua e là. Ecco vedere le persone mangiare fuori lungo il Corso Cavour, in piazza Matteotti, in Corso Vannucci, Piazza della Repubblica, Piazza IV Novembre, Piazza Danti e altri posti.

La prima serata, grazie al bel tempo, è andata piuttosto bene. Non tutti però hanno aperto, chi non ha lo spazio fuori è rimasto chiuso, perché il nuovo decreto non prevede consumazioni all’interno del locale. Questo però crea disparità fra chi può e chi non può. Una possibilità negata al 48% delle cinquemila attività umbre che
non possiedono spazi esterni.

C’è chi preferisce riaprire tra qualche settimana, il tempo materiale per organizzarsi bene e chi non riapre perché non ha abbastanza ristori per permettersi una riapertura a queste condizioni.

E poi la storia del coprifuoco che non dà il tempo di apparecchiare. Alle 21, infatti, c’era già chi cominciava a prepararsi per la chiusura, accatastando tavolini e sedie.  Il meteo è un fattore da non trascurare. Quando capita una serata fredda e con vento, come quelle della scorsa settimana, è impossibile stare fuori.

Sono spuntati i gruppetti di ragazzi fuori dai locali in attesa di consumare il prossimo drink. C’è chi lo beve davanti l’ingresso, chi preferisce farlo sulle scalette del duomo, nonostante la presenza delle transenne. Sono proprio questi ultimi che preoccupano. E’ proprio qui che serve più prudenza.

Ma nel complesso tutti sono entusiasti e queste riaperture sono una boccata d’ossigeno per l’economia del territorio.




 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*