Dad, Covid, Vaccinazioni e rientro in classe. Sta per suonare la campanella

Unsic: sulle scuole, senza dati, si continua ad inseguire il covid anziché prevenirlo

Dad, Covid, Vaccinazioni e rientro in classe. Sta per suonare la campanella

 

Si terrà domani, domenica 12 settembre alle ore 17.30, il convegno promosso dal Comitato A scuola Umbria a.p.s. in collaborazione con la Rete Nazionale Scuola in Presenza in modalità on line sulla pagina Facebook del Comitato.  Hppt\\:www.facebook.com\comitatoascuolaumbria.

 

Il convegno dal titolo “Dad, Covid, Vaccinazioni e rientro in classe. Sta per suonare la campanella cosa c’è da sapere?” vedrà la partecipazione della Prof.ssa Sara Gandini epidemiologa e bio-statistica  e il team di scienziate e scienziati che lavorano ogni giorno con lei alla lettura dei numeri, dei dati e delle narrazioni in era pandemica, tra le quali Clementina Sasso (astrofisica – esperta di trend) e Maria Luisa Iannuzzo (medico – legale esperta di tracciamenti).

Le tre scienziate sono co-autrici tra l’altro dell’importante studio sulla contagiosità in ambito scolastico  pubblicato su The Lancet Regional Healt, studio che ha permesso (a detta anche del presidente del Consiglio Mario Draghi) la riapertura delle scuole ad aprile scorso e che fu presentato in esclusiva il 13 marzo scorso dal Comitato umbro.

Tanti i temi che affronteremo anche questa volta sugli impatti che la pandemia e tutte le azioni ad essa collegate, hanno sulle ragazze, i ragazzi, i bambini e le bambine e sulle istituzioni scolastiche. Un tema poco affrontato fino ad adesso e di grande importanza per i media sarà quello presentato da Maddalena Loy de Croce, giornalista e portavoce della Rete Nazionale Scuola in Presenza, che evidenzierà tutti gli aspetti legati alla comunicazione in pandemia.

Il Comitato a Scuola Umbria, composto da genitori ed insegnati ha tra i propri obiettivi statutari quello di formare ed informare tutte le cittadine e tutti i cittadini che fanno parte della comunità educante, consci che non esista verità più grande di quella che “per crescere un bambino serve un intero villaggio”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*