Focus Borsa immobiliare dell’Umbria, la tua casa a Natale

Focus Borsa immobiliare dell’Umbria, la tua casa a Natale

Focus Borsa immobiliare dell’Umbria, la tua casa a Natale

La possibilità di lavorare da casa e le limitazioni di tipo sanitario divenute anche psicologiche sempre più spingono gli italiani ad approfittare dei periodi di vacanza per lasciare l’ambiente quotidiano e spostarsi verso luoghi sani dove sperimentare un vivere sostenibile.


Fonte: Ufficio Stampa ed Editoria
Camera di Commercio dell’Umbria


Ultimamente, a pari merito con la montagna si colloca l’andare a vivere in campagna o in un centro d’arte minore nel periodo natalizio. E l’Umbria – sottolinea con soddisfazione Paola Berlenghini –  è uno dei luoghi più ambiti.

Anche se non ha mare, né montagna da sci, perché in molti scelgono una casa in Umbria?

Contro il bombardamento di informazioni e stimoli che non permettono di riflettere né metabolizzare emozioni, si sceglie la sua natura (è la regione più verde d’Italia con 7 parchi naturali, oltre a laghi e corsi d’acqua incantevoli e molteplici possibilità di praticare attività sportive all’aria aperta), i suoi luoghi di spiritualità, misticismo e silenzio, i suoi tesori d’arte più o meno nascosti, l’enogastronomia squisita, i programmi culturali, la tradizione artigianale ancora viva, le ridotte distanze geografiche compensate dagli ampi spazi privati a disposizione.

Qual è la tipologia di casa più richiesta in questo periodo?

Sempre più persone cercano case calde e accoglienti, con travi di legno, cotto ai pavimenti, colori di terra, camini da accendere, ampie cucine, saloni da condividere con pochi amici e i propri cari, finestre aperte sulla campagna, orti. Non il lusso quindi, non l’affollamento, ma la tranquillità.

Chi sceglie una casa in Umbria a Natale?

Soprattutto persone informate e non molto influenzate dalla variabile prezzo, quanto da quella qualitativa dei luoghi, materiali e servizi. Per lo più italiani, forestieri prevalentemente di prossimità che, insieme ai residenti diventati con il tempo turisti a Km zero, esplorano gli angoli remoti di questa regione. Tutti scelgono di locare o acquistare una casa in Umbria per poter condividere la stessa quotidianità degli autoctoni e per un investimento immobiliare, oltre che economico, anche di carattere estetico e affettivo.

Focus curato da Paola Berlenghini, membro del Comitato di vigilanza della Borsa Immobiliare dell’Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*