Eurochocolate Chocostore, a Perugia apre il terzo goloso negozio

Eurochocolate Chocostore, a Perugia apre il terzo goloso negozio

È proprio il caso di dire che non c’è due senza tre! Dopo l’apertura, in Piazza IV Novembre 7, del primo Flag Store di Eurochocolate dedicato ai prodotti di Costruttori di Dolcezze, avvenuta il 12 Ottobre del 2012 e la successiva apertura, nel Novembre 2019, del secondo negozio sempre a firma Eurochocolate in Piazza IV Novembre 28, ma in questo caso con protagonista il brand Perugina, ecco che dall’8 Dicembre 2021 in Corso Vannucci 2, con una splendida vetrina che rispecchia la maestosa Fontana Maggiore, arriva il terzo goloso negozio dedicato alle aziende del Distretto del Cioccolato di Perugia. Aziende che, lo scorso Ottobre, sono già state protagoniste nell’affollato spazio temporaneo di Piazza della Repubblica, in occasione della 27esima edizione della dolce kermesse.


Da Ufficio Stampa Eurochocolate


È proprio il successo di questa esperienza – dichiara Manuela Onida, Responsabile dei Flag Store Eurochocolate – che ci ha spinto a trovare una soluzione permanente e di qualità per dare spazio e voce a tante realtà locali che potranno non solo vendere i loro prodotti ma anche utilizzare uno spazio appositamente dedicato a degustazioni, presentazioni ed eventi aziendali al quale abbiamo dato il nome di Eurochocolate Experience”.

Queste le prime aziende protagoniste nel nuovo punto vendita: Be WellCostruttori di DolcezzeDulcineaLa Perugia del CioccolatoEllegiMilepiNicola MaramigiTerre Umbre Vetusta Nursia. Uno spazio significativo sarà dedicato anche ai Baci Perugina, mentre non sono precluse altre adesioni.

Il nuovo format vuole essere infatti da stimolo per far nascere e sviluppare altre progettualità di cui il comparto ha bisogno, nella diffusa consapevolezza che l’aggregazione è tra le leve più efficaci per far crescere le realtà imprenditoriali presenti, consentendo loro di cogliere al meglio le opportunità che il mercato nazionale e internazionale possono offrire. Eurochocolate può quindi svolgere un ruolo di aggregatore capace di dar vita nel prossimo futuro a un vero e proprio Consorzio.

L’apertura del nuovo negozio di Eurochocolate diventa, inoltre, l’occasione per rilanciare una proposta: “Da quando siamo protagonisti con le nostre attività in questa straordinaria Piazza IV Novembre – dichiara Eugenio Guarducci, Presidente di Eurochocolate – non smettiamo mai di pensare a quanto siamo fortunati nel poter lavorare in questo scrigno di storia e arte che proprio in questo periodo, grazie anche all’intervento di straordinari mecenati, è al centro di importanti lavori di restauro, sia presso la Cattedrale di San Lorenzo che presso Palazzo dei Priori. Bene, nel nostro piccolo, vogliamo rilanciare e quindi supportare concretamente l’idea di candidare questo luogo a Patrimonio Unesco perché di sicuro ha tutte le caratteristiche per raggiungere questo importante traguardo. Un traguardo che permetterebbe alla nostra bellissima città di entrare a far parte, con un sito esclusivo dedicato, di un circuito che in altri territori ha già dimostrato di produrre importanti ricadute”.

Corso Vannucci 2 | Cenni storici

La nuova location individuata da Eurochocolate per collocare il suo terzo Flag Store in città ha una storia importante che merita di essere valorizzata. Il locale era infatti parte integrante del Palazzetto dei Notari, eretto nel 1440 a seguito della demolizione della sala di udienza che i Notari avevano nei pressi della cattedrale. Tale palazzo fu quindi usato a partire dal 1446 come sala di udienza, fino a quando, nel 1591, fu mutilato per l’apertura di via Pinella, oggi via Calderini, da parte del legato pontificio cardinale Domenico Pinelli, il quale intendeva così dotare l’acropoli della città di Perugia di un migliore accesso da Piazza del Sopramuro, oggi Matteotti, nonché dare una migliore visione prospettica a Piazza IV Novembre, all’epoca Piazza Grande. Dal 1592 l’Arte dei Notari utilizzò come sala da udienza la Sala del Popolo, più conosciuta come Sala dè Notari. Dalla facciata si evince la rilevanza dell’influsso che ebbe il prospiciente Palazzo dei Priori sulle linee architettoniche assunte dal progettista. La facciata è infatti in puro stile gotico, ed è realizzata interamente in travertino e pomato di Assisi. Tra le due trifore, situate sopra l’elaborato portale di ingresso, è possibile notare lo stemma del Collegio dei Notari. Inoltre, una delle trifore (quella di sinistra) fu amputata per l’apertura della strada sopra citata. Sottolineano il cantone quattro fregi bugnati, ideati da Valentino Martelli, progettista della nuova strada. (Fonte: Umbria OnLine)

Nel 1897 il locale vide l’apertura del Caffè Milano, gestito da Giuseppe Saccani, che aveva già svolto in città un’attività analoga. Secondo quanto riportato dai quotidiani dell’epoca, le eleganti decorazioni di gusto liberty furono affidate al pittore Mazzerioli. Il bar Milano svolse la sua attività con successo fino al 1912 circa quando il locale fu ceduto alla Cappelleria Longarini. Molti perugini lo ricordano, poi, come sede della CIT Viaggi, mentre negli ultimi tempi la sua destinazione ha visto il susseguirsi di una serie di negozi di abbigliamento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*