DigiPASS Assisi, Marin, un passo avanti nella digitalizzazione dell’Umbria

DigiPASS Assisi, Marin, un passo avanti nella digitalizzazione dell'Umbria

DigiPASS Assisi, Marin, un passo avanti nella digitalizzazione dell’Umbria  “Il Digipass-Assisi rappresenta un ulteriore  passo in avanti nel processo di digitalizzazione della nostra regione, di una Umbria  digitale“: lo ha detto la presidente della Regione Umbria,  Catiuscia Marini che, insieme all’assessore regionale all’innovazione Antonio Bartolini, ha inaugurato oggi a Santa Maria degli Angeli “Digipass-Assisi”, il secondo luogo pubblico dell’Umbria deputato ad accompagnare cittadini, associazioni, scuole, professionisti ed imprese nell’utilizzo di servizi digitali.

“Come istituzione – ha affermato Marini – siamo impegnati ad affrontare il tema della digitalizzazione, a cominciare dai servizi fondamentali e più complessi, come ad esempio quelli legati alla sanità, in un quadro di cambiamenti che investono l’intera società. Il digitale – ha aggiunto Marini – deve essere una opportunità e non una barriera per i cittadini che devono poter vedere dispiegato in pieno il proprio diritto di cittadinanza.

Leggi anche – Assisi smart, DigiPASS, Pettirossi, la città lo attende da tempo, ora ci sarà

Quindi noi lavoriamo per evitare l’esclusione e superare il divario digitale come condizione di disparità ed emarginazione.  In questi anni – ha proseguito – abbiamo investito risorse molto consistenti, per oltre 70 milioni di euro, per realizzare con Umbria Digitale ed i Comuni una rete di infrastrutture utile ad accrescere il livello è la qualità della   digitalizzazione.

Abbiamo poi lavorato per adeguare i servizi alle opportunità digitali. Rivolgendosi poi ad alcuni alunni presenti, Marini ha detto che “anche i più piccoli, nonostante siano nativi digitali, devono essere educati a capire, da cittadini, quali sono le opportunità ed i rischi nell’uso delle tecnologie e quali possibilità, anche di apprendimento, possano aprirsi grazie al mondo digitale.

Anche in questo ambito – ha concluso la presidente – luoghi come il Digipass rappresentano un punto di riferimento importante. Qui ci sono tecnologie, servizi, qui c’è uno scambio generazionale, qui ci si può confrontare, accedere al mondo digitale ed abbattere le barriere per raggiungere l’obiettivo di una vera inclusione sociale”. “Dopo quello di Marsciano, questo di Assisi è il secondo Digipass che apre in Umbria sui 12 complessivamente previsti – ha detto l’assessore regionale all’innovazione Antonio Bartolini. Il progetto che abbiamo realizzato qui è molto importante – ha spiegato – perché Digipass Assisi si caratterizza come spazio di servizio non solo per i cittadini, ma anche per i turisti che hanno così a disposizione un luogo a cui rivolgersi, come nel caso di dover scaricare e stampare le carte di imbarco. Sono molto soddisfatto – ha proseguito – perché il progetto che abbiamo realizzato sta procedendo bene e speditamente.

Stiamo lavorando per raggiungere l’obiettivo

Stiamo lavorando per raggiungere l’obiettivo che ci siamo dati: l’inclusione digitale di quelle fasce di cittadini che sono escluse o marginalizzate. Il prossimo Digipass che andremo ad inaugurare – ha annunciato Bartolini – sarà quello di Narni. Abbiamo chiuso la programmazione anche con il Comune di Perugia – ha concluso Bartolini – e contiamo nei prossimi sei mesi di aprire sul territorio tutte le sedi previste dal progetto regionale”.

La struttura di Assisi, che sarà punto di riferimento per i comuni di Bastia Umbra, Bettona, Cannara, Valfabbrica che con Assisi rientrano nell’ambito sociale 3, si articola in due sedi attrezzate, una a Palazzo del Capitano del Perdono e l’altra nell’ex-ICAP in via Cristoforo Cecci.

Nel Palazzo del Capitano del Perdono è presente un front office aperto tutti i giorni, compreso il sabato mattina, che fornirà informazioni ed assistenza per la fruizione dei servizi on line regionali e comunali. Qui verranno organizzati laboratori, corsi e seminari finalizzati all’alfabetizzazione digitale e all’acquisizione di competenze digitali, coinvolgendo le scuole, le associazioni, le categorie, i cittadini.

All’Ex Icap è stato realizzato un “Fab Lab”

All’Ex Icap è stato realizzato un “Fab Lab”, cioè uno spazio destinato al co-working, alla formazione laboratoriale e all’avvicinamento al mondo del lavoro da parte degli studenti. E’ dotato di wifi, postazioni di lavoro, area relax, stampante 3d. Entrambi gli spazi potranno accogliere le attività organizzate dalle scuole della zona sociale e saranno “animati” attraverso l’organizzazione periodica di eventi legati ai temi del digitale. Punto di forza dei DigiPASS sarà la presenza di un “facilitatore” che accompagnerà gli utenti nell’utilizzo di tecnologie e servizi digitali offerti dalla PA ad esempio per iscrivere on line i figli a scuola, capire come si fa un pagamento elettronico o richiedere SPID.

“Con questo nuovo spazio – ha detto il sindaco di Assisi, Stefania Proietti – abbiamo dato concretezza ad uno dei punti programmatici del nostro programma di governo. Qui facciamo innovazione in un Palazzetto che è l’ombelico culturale di Santa Maria degli angeli a cui fa capo tanta parte del mondo associativo. Da questo posto, per molti anni chiuso, grazie a Digipass Assisi – ha concluso – passa l’innovazione sociale, l’innovazione digitale e per il lavoro dei giovani. Una innovazione più avanzata che rappresenta una finestra aperta sul mondo”.

Nel ringraziare il personale del Comune

Nel ringraziare il personale del Comune che ha collaborato al progetto, la società in house Umbria Digitale e la Regione Umbria che “ha dato ad Assisi l’opportunità di diventare un importante nodo della rete regionale Digipass” l’assessore all’innovazione del Comune di Assisi Simone Pettirossi ha ricordato che “è stato realizzato uno spazio a disposizione dei Comuni del comprensorio finalizzato ad erogare servizi, fare cultura, incontrarsi, scambiare buone pratiche, contrastare il ‘digital divide’, finalmente – ha concluso – uno spazio per costruire insieme ai cittadini un futuro smart”.

Presenti alla inaugurazione anche il direttore regionale Lucio Caporizzi ed referente per i servizi alla PA del gestore del Digipass Umbria Digitale, Francesco Palenga.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*