Acciaierie di Terni non sono da “svendere” Commissione Europea segue vicenda

 
Chiama o scrivi in redazione


Quale sarà ruolo Governo italiano nella trattativa per vendita TkAst?

Acciaierie di Terni non sono da “svendere” Commissione Europea segue vicenda

“La Commissione europea sta seguendo con grande attenzione le indiscrezioni apparse nelle scorse settimane sugli organi di stampa relative alla possibile vendita di AST. In risposta all’interrogazione che abbiamo presentato, la Commissione ribadisce la sua piena disponibilità e volontà di proteggere l’azienda da qualunque pratica commerciale sleale. Tuttavia, non avendo ricevuto alcuna notifica ufficiale da parte degli organi nazionali competenti, la Commissione non può ad oggi esprimersi né sulla vendita di AST ai sensi del regolamento sulle concentrazioni dell’UE, né sull’eventuale conformità alle sue decisioni del 2014.

Le Acciaierie Speciali Terni, con i suoi 2.350 lavoratori, rappresentano una realtà produttiva fondamentale non solo per l’Umbria ma per l’intero Paese. Sarà nostro preciso impegno vigilare affinché sia effettuata un’istruttoria completa ed esaustiva in grado di garantire il mantenimento della capacità produttiva e dei livelli occupazionali in un quadro europeo ed internazionale di concorrenza leale”,

così in una nota Daniela Rondinelli, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*