Vendita e consumo di bevande, a Perugia torna il divieto, in centro e Fontivegge

 
Chiama o scrivi in redazione


Vendita e consumo di bevande in vetro e lattine, torna il divieto in centro e Fontivegge

Vendita e consumo di bevande, a Perugia torna il divieto, in centro e Fontivegge

Divieto di vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro e lattine. Il sindaco di Perugia, Andrea Romizi ha firmato una nuova ordinanza: dal 4 maggio fino al 31 ottobre c’è divieto di vendita per asporto di bevande in contenitori di vetro lattine in centro storico e a Fontivegge.

Il divieto vale dal lunedì al venerdì per il titolari di esercizi di vicinato, dei titolari di distributori automatici e degli esercenti il commercio su aree pubbliche, operanti nella zona dell’acropoli e della stazione, dalle 20 alle 6 del giorno successivo. Sabato e domenica il divieto scatta dalle 18 alle 6 del giorno successivo. Inoltre, c’è anche “Il divieto di detenzione di bevande in contenitori di vetro e lattine per il consumo su area pubblica, nei confronti dei soggetti fruitori nelle stesse aree”.

L’ordinanza “è motivata dalla necessità di “evitare, in seguito alla parziale riapertura delle attività, soprattutto nel fine settimana, il fenomeno, pericoloso per l’incolumità pubblica, dell’abbandono sugli spazi pubblici di bottiglie di vetro e lattine da parte di coloro che frequentano il Centro Storico sino a tarda sera”

Il fenomeno di abbandono di bottiglie di vetro e lattine – è scritto nell’ordinanza – dà una sgradita immagine della città e ingenera timori, per la circostanza idonea ad alimentare disordini, risse, tumulti e lancio di oggetti, con conseguente possibilità di danno a persone e cose. A seguito alla pandemia e del cosiddetto “coprifuoco” è stato riscontrato che, specialmente nei fine settimana, il fenomeno della movida è stato anticipato alle ore 18.00 circa, rispetto alle consuete abitudini che vedevano lo stesso iniziare intorno alle ore 20.


SCARICA ORDINANZA
ELENCO VIE CENTRO STORICO
ELENCO VIE FONTIVEGGE

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*