Tragedie sul lavoro, uno morto uno grave, a Pistrino e Perugia

 
Chiama o scrivi in redazione


Tragedie sul lavoro, uno morto uno grave, a Pistrino e Perugia

+++ Aggiornamento +++

© Protetto da Copyright DMCA

Una persona è morta sul lavoro a Pistrino, frazione di Citerna, e un’altra è gravemente ferita. Il secondo incidente, sempre sul luogo di lavoro, si sarebbe verificato, come fanno sapere fonti ospedaliere, in via Dottori a Perugia.

Sul posto grande spiegamento di forze dell’ordine e servizio sanitario del 118. Da quanto comunica Mario Mariano, dell’ospedale Santa Maria della Misericordia, il deceduto sembra abbia avuto un malore e sia  caduto a terra da un’altezza di circa 6 metri. La tragedia si sarebbe verificata in via della Libertà.

«A Perugia in via Dottori  – comunica ancora l’ufficio stampa dell’ospedale Santa Maria della Misericordia – si è sfondato il tetto di un negozio, a circa 6 metri,. La persona che è caduta è un uomo nato nel 1980. Ha riportato un trauma toraco-addominale chiuso. Sul posto un’ambulanza con automedica. L’uomo è stato trasportato in codice rosso ed è ricoverato direttamente in sala rossa».

«Sul decesso di Pistrino al Salumificio Valtiberino – riferisce Misa Grassi, ufficio stampa di Confindustria- ho parlato con il titolare, Cristiano Ludovici. Ha confermato che si è trattato di un malore e non di una caduta dall’alto, né di un incidente mentre lavorava. La persona che è morta era il caposquadra di una squadra tecnica di Treviso che stava mettendo a punto un macchinario appena acquistato dal salumificio, non stava lavorando in altezza. La squadra – aggiunge la collega – era stata mandata dall’azienda, presso cui avevano acquistato il macchinario. Avevano terminato il lavoro all’interno della struttura produttiva e la squadra stava andando via. La persona, che poi è deceduta, aveva già salutato tutti. Si è lentamente accasciata a terra ed è stata soccorsa, dapprima dal personale dell’azienda, poi dai soccorritori del 118».


+++ SOLO IERI… +++

Troppi morti e feriti sul lavoro, ci saranno maggiori controlli pronto l’accordo

Nella mattinata odierna si è tenuta, presso la Prefettura-UTG di Perugia, una seduta della Conferenza Regionale sulla sicurezza e sulla salute nei luoghi di lavoro, presieduta dal Prefetto di Perugia Claudio Sgaraglia, alla quale hanno partecipato il Prefetto di Terni Paolo Di Biagi, il Presidente della Regione Umbria Fabio Paparelli, il Questore di Perugia, i vertici regionali e provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, e dei Vigili del Fuoco, il presidente di Confindustria Umbrian onché dirigenti dell’INAIL, dell’INPS, dell’Ispettorato del lavoro, dell’ASL,  e rappresentanti delle Organizzazioni sindacali.

Dopo un attenta ed approfondita analisi dei dati relativi agli infortuni nei luoghi di lavoro occorsi nella Regione Umbria, illustrati e discussi, per i rispettivi profili di interesse, dai rappresentanti delle istituzioni e degli enti intervenuti, si è convenuto di procedere alla predisposizione di un Protocollo di intesa, che preveda la formalizzazione, in un unico documento e in un ottica unitaria e sinergica finalizzata ad innalzare ulteriormente i livelli di sicurezza e di salute nei luoghi di lavoro,  gli impegni dei soggetti, pubblici e privati, interessati alla problematica, secondo le rispettive.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*