Test rapidi venduti in ferramenta, un post su Facebook li pubblicizza

 
Chiama o scrivi in redazione


Test rapidi venduti in ferramenta, un post su Facebook li pubblicizza

E’ ancora in circolazione il post su Facebook di una Ferramenta, non umbra ma di una regione del Nord Italia, che pubblicizza la vendita di test rapidi anti-covid-19.

“Kit test rapido Coronavirus  – si legge nel post – certi di fare cosa gradita ai nostri amici e clienti, abbiamo aggiunto alla già ampia gamma di prodotti anti Covid il test rapido per covid-19 effettuabile con una goccia di sangue, certificato e autorizzato dal Ministero della Salute. Per ulteriori informazioni e chiarimenti in merito, apri i link sottostanti, contattaci all’indirizzo xxx o vieni a trovarci in negozio”. Nel post ci sono le foto del prodotto con la scatola (vedi foto sotto) e poi le istruzioni su come utilizzare il test rapido.

Sempre sullo stesso post qualcuno domanda: “fatemi capire…in ferramenta ora si vendono anche i test rapidi?“.

La risposta della Ferramenta è stata:Tutto nasce dall’esigenza delle nostre aziende clienti, che si sono trovate con delle improvvise carenze di personale, causa contatti sospetti e, di conseguenza, un’enorme perdita di tempo, viste le lunghe ore di attesa per effettuare i tamponi di protocollo. Questo test ci è stato proposto da un nostro fornitore serio e affidabile; dopo un attenta analisi dei certificati ministeriali, abbiamo deciso di proporlo alle aziende ed ai privati come strumento di pre-verifica. Ribadiamo con forza che questo strumento non può e non deve sostituire il tampone, ma è proposto per snellire le procedure aziendali e dare alle stesse una rapida risposta precauzionale.”

Un post simile sarebbe comparso in qualche pagina Facebook di due negozi di Ferramenta umbri, poi rimossi e su questo stanno indagando i carabinieri del Nas guidati dal tenente colonnello Giuseppe Schienalunga per capire come sia possibile che alcuni negozi abbiano pubblicizzato sui proprio profili Facebook i test rapidi anti Coronavirus. Ma al momento poco si sa per quanto riguarda i negozi umbri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*