Scontro con una smart, rabbia per la morte di Mattia

Scontro con una smart, rabbia per la morte di Mattia

Mattia Romani, 29 anni di Colombella, è morto ieri in ospedale, dopo le ferite riportate nello scontro. I sanitari hanno fatto di tutto per straparlo alla morte, ma non ci sono riusciti. La tragedia è accaduta sulla Tiberina Nord, alle ore 10.15 circa nell’abitato di Solfagnano, nel perugino.

Il giovane, in sella alla sua Yamaha «Xt» blu, per cause al vaglio degli agenti della Municipale, si è scontrato con una Smart nera proveniente dalla direzione opposta. L’urto è stato violentissimo.

Il ragazzo era stato condotto in ospedale in codice rosso, con un grave trauma cranico. Dal Pronto Soccorso, il motociclista è stato trasferito al reparto di terapia intensiva del Santa Maria della Misericordia. Ma nel giro di un paio di ore la situazione purtroppo è peggiorata e il 29enne è morto in ospedale.

LEGGI ANCHE: Grave incidente stradale alla periferia di Perugia, morto il ragazzo di 29 anni 🔴📸

Secondo quanto riferito dalla Polizia locale, l’autista, alla guida di una Smart, in direzione Perugia, avrebbe effettuato una manovra di svolta e potrebbe non aver visto il giovane centauro che stava sopraggiungendo.

Rimane da chiarire la dinamica di uno schianto. Intanto l’Amministrazione comunale esprime vivo e profondo cordoglio per la scomparsa, avvenuta nella mattinata del 4 agosto, del giovane 29enne, rimasto vittima di un gravissimo incidente stradale avvenuto nella frazione di Solfagnano, alle porte di Perugia. “Abbiamo appreso con dolore della scomparsa del nostro giovane concittadino – sottolinea l’Amministrazione – vittima di un tragico incidente. Alla sua famiglia va il nostro pensiero e la nostra vicinanza per l’irreparabile perdita. Di fronte a questa ennesima tragedia della strada vogliamo rivolgere il nostro accorato appello a tutti affinché osservino alla guida la massima prudenza. Preoccupano, infatti, il numero e la gravità dei sinistri occorsi nell’ultimo periodo. Pertanto riteniamo quanto mai prioritario e necessario un momento di confronto tra tutti i soggetti preposti al fine di individuare le azioni più efficaci per prevenire ulteriori gravi episodi”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*