Rilascio Yakunin, patron di Antognolla, accusa impugna decisione Corte d’Appello

Andrey Yakunin: “innocente” anche per la corte di appello norvegese

Rilascio Yakunin, patron di Antognolla, accusa impugna decisione Corte d’Appello

La Corte d’Appello di Haalogaland, in Norvegia, in data 27 ottobre 2022 ha deciso il rilascio di Andrey Yakunin in quanto riteneva che pilotare un drone ricreativo in Norvegia non fosse reato.

Andrey Yakunin e il suo team legale, John Christian Elden, Bernt Heiberg e Jens Bernhard Herstad, sono pertanto molto sorpresi che la Corte, nello stesso giorno ma in una sentenza successiva, abbia deciso di non interrompere la detenzione in attesa di una revisione del caso da parte della Corte Suprema.

Il team legale di Yakunin ha dichiarato in un commento: “Come ci aspettavamo, la Corte d’Appello ha convenuto che non esisteva una base legale per la detenzione di Andrey Yakunin. La Corte ha concordato con il team di difesa legale che far volare un drone da diporto in Norvegia non è illegale. Il signor Yakunin non ha commesso alcun reato penale”.

John Christian Elden di Elden Advokatfirma, afferma che: “Sono molto soddisfatto del fatto che la Corte d’Appello abbia deciso che non è stata violata alcuna legge e che quindi la detenzione di Andrey Yakunin non può essere prolungata. Secondo la decisione della Corte, non è un reato che i russi facciano volare i droni da diporto in Norvegia. Pertanto, Andrey Yakunin non può essere sospettato di alcun reato e dovrebbe essere rilasciato immediatamente”.

Il team di difesa legale di Yakunin ha chiesto la sospensione della sentenza della Corte d’Appello in modo che Yakunin possa essere rilasciato immediatamente.

“Sono deluso dal fatto che l’accusa abbia impugnato la decisione della Corte d’Appello. Ho fatto del mio meglio per assistere la polizia nelle sue indagini. Ho dimostrato tutto il mio impegno, la mia fiducia e il mio rispetto per il sistema giudiziario norvegese. Se il mio caso dovesse andare a processo, sono fiducioso che la mia innocenza sarà evidente per la Corte e che io e il mio team legale dimostreremo al di là di ogni dubbio che mi stavo semplicemente godendo la mia vacanza in Norvegia e che far volare un drone da diporto non è un reato”, ha dichiarato Andrey Yakunin commentando la decisione della Corte d’Appello.

Foto con il drone in Norvegia, arrestato patron di Antognolla

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*