Le rubano i documenti e non sapeva come fare i duplicati, una storia a lieto fine

 
Chiama o scrivi in redazione


Le rubano i documenti e non sapeva come fare i duplicati, una storia a lieto fine

Le rubano i documenti e non sapeva come fare i duplicati, una storia a lieto fine

di Morena Zingales
Gioia e gratitudine! Poliziotti come se fossero nipoti. E così una donna di 92 anni ha ringraziato, amorevolmente, gli agenti della Questura di Perugia perché l’avevano aiutata a risolvere un problema che le stava tanto a cuore. L’anziana, che aveva problemi a camminare, si era rivolta alla Sala Operativa chiedendo aiuto e spiegando loro di essere stata vittima di un furto del portafoglio. La nonnina era sconfortata non tanto per i soldi persi, ma per i documenti.

Una donna, alcune settimane fa, le aveva rubato il portafoglio con tutti i suoi documenti e lei era rimasta senza. Aveva difficoltà a fare i duplicati, perché le sue condizioni fisiche glielo impedivano. Più volte aveva chiamato gli uffici del comune di Perugia e dell’Agenzia delle Entrate, ma non aveva ben capito le richieste degli impiegati con cui parlava.

Gli agenti si sono recati, così, nell’abitazione della 92enne e si sono messi a disposizione di lei. La donna, alla vista dei poliziotti in casa sua, con la felicità nel cuore ha spiegato quanto era accaduto. I poliziotti hanno quindi rassicurato la nonnina dicendole che la Polizia di Stato avrebbe pensato ad attivare gli uffici per la realizzazione dei duplicati della carta di identità e della tessera sanitaria.

Una storia a lieto fine! La Polizia, dopo un po’ di giorni, ha consegnato alla signora i nuovi documenti e in quell’occasione la nonnina ha ringraziato gli agenti, dedicandogli tutte quelle raccomandazioni di prudenza da adottare durante lo svolgimento del lavoro del Poliziotto, che solo una nonna amorevole può dare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*