La chiude in casa farci sesso e lei chiama la polizia di Stato

La chiude in casa farci sesso e lei chiama la polizia di Stato

La chiude in casa farci sesso e lei chiama la polizia di Stato

Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia, a seguito di chiamata al Numero Unico di Emergenza Europeo, sono intervenuti presso un’abitazione del Comune di Corciano dove era stato segnalato un sequestro di persona.

Gli operatori, giunti immediatamente sul posto, hanno bussato alla porta dell’appartamento, constatando che risultava chiuso a chiave dall’interno.

Dopo qualche minuto, il padrone di casa – successivamente identificato come un cittadino straniero, classe 1988 – ha aperto la porta consentendo l’accesso ai poliziotti.

La donna ha riferito agli operatori di essere andata a casa dell’amico per recuperare alcuni oggetti che aveva lasciato nell’appartamento. Ha raccontato che una volta entrata nell’abitazione, il 34enne, dopo aver tentato della avances, da lei respinte, aveva serrato la porta per tentare di avere un rapporto sessuale. L’uomo aveva poi nascosto la chiave della porta inducendo la 27enne, terrorizzata, a mandare un messaggio ad alcuni amici per chiedere aiuto, i quali avevano immediatamente allertato la Polizia di Stato.

Gli operatori hanno quindi sentito il 34enne che ha riferito di avere una relazione con la donna, confermando di aver chiuso la porta a chiave ma che l’avrebbe riaperta se glielo avesse chiesto.

Dopo essersi sincerati delle condizioni di salute della donna e aver constato che non necessitava di cure mediche, gli agenti hanno informato la 27enne delle facoltà di legge.

Il 34enne, invece, al termine delle attività di rito, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di sequestro di persona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*