Incidente Mykonos, l’ultimo saluto a Carlotta sarà sabato 1 agosto

 
Chiama o scrivi in redazione


Incidente Mykonos, l’ultimo saluto a Carlotta sarà sabato 1 agosto

L’ultimo saluto a Carlotta Martellini sarà sabato 1 agosto alle ore 9:30 nella Chiesa Parrocchiale di San Bartolomeo a Solomeo, dove la salma della giovanissima studentessa arriverà direttamente da Fiumicino, dopo essere atterrata con l’aereo che arriva da Atene.. Il corpo della 18enne, morta in un incidente stradale a Mykonos, si trova ancora in Gracia, a disposizione del medico legale. Il padre, partito per la l’isola greca, terminate le operazioni autoptiche potrà riportare la figlioletta a casa.

Il funerale arà celebrato a don Alessandro Passerini e non ci sarà camera ardente.

Carlotta Martellini è morta perché dormiva sul sedile posteriore della Suzuky Jimny che era stata noleggiata per spostarsi nelle strade dell’isola greca con le 7 amiche. È quanto emerge dalla ricostruzione dell’incidente e a raccontarlo sono le amiche.

«Carlotta si è addormentata sulla mia spalla», ha spiegato la compagna che era con lei sul sedile posteriore della jeep. Lo riportano oggi i quotidiani della carta stampata. Carlotta al momento dell’incidente non si è accorta di nulla e non ha avuto alcuna possibilità aggrapparsi all’auto per salvarsi.

Le sue amiche coinvolte nell’incidente si sono ferite ma non in modo grave. Le indagini della polizia greca, intanto, proseguono e si concentrano sull’autonoleggio delle jeep, forse troppo vecchie per essere noleggiate. Le ragazze non avrebbero potuto guidare quei mezzi perché minori di 21 anni e con la patente da meno di un anno

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*