Il testamento conteso, lascia tutto ai poveri, un parente: “E’ firma falsa”

Il testamento conteso, lascia tutto ai poveri, un parente: “E’ firma falsa”

Un testamento, da quasi un milione e mezzo di euro, è stato ritrovato dopo la sua morte da un parente dentro un cassetto. Una novantenne di Chiugiana ha lasciato tutto ai poveri del Paese, del comune di Corciano, dove la donna era residente prima di morire. Ora si è aperta diatriba tra il Comune di Corciano (beneficiario del lascito) e un parente dell’anziana donna. La firma secondo il parente è falsa e quindi il testamento non è valido. Il Comune di Corciano dovrà spenderli per il sostegno ai bisognosi.

La Giunta del sindaco Cristian Betti con due delibere ha acquisito il lascito alla fine di luglio. Il testamento però adesso è conteso con uno dei familiari e l’atto di citazione in Tribunale è arrivato in Municipio un paio di settimane fa. Il Comune accantonerà il lascito, non lo utilizzerà prima che la vicenda giudiziaria non sia risolta. La prima udienza è fissata a dicembre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*