Esplosione Gubbio, indagati i due titolari della ditta per disastro e omicidio colposo

 
Chiama o scrivi in redazione


Esplosione Gubbio, indagati i due titolari della ditta per disastro e omicidio colposo

Indagati i due titolari della ditta. Sono formalmente sotto inchiesta per omicidio colposo, lesioni e violazioni in materia di sicurezza sul lavoro. La Procura di Perugia ha già notificato gli avvisi di garanzia ai due legali rappresentanti della Greenvest, la cui sede a Gubbio è esplosa uccidendo Samuel Cuffaro di 20 anni ed Elisabetta D’Innocenti di 52 e ferito gravemente altri due giovanissimi eugubini. Una start-up che da quattro anni è entrata nel business della coltivazione della canapa legale. Il pm Gemma Miliani ha interrogato uno dei titolari per ricostruire l’attività del laboratorio di produzione di cannabis light. Al sopralluogo di ieri mattina erano presenti oltre alla polizia giudiziaria anche vigili del fuoco, carabinieri e Arpa, gli avvocati, i familiari di Samuel e la sorella di Elisabetta.

LEGGI ANCHE: Esplosione Gubbio, Elisabetta e Samuel perdono la vita sul posto di lavoro

I profili dell’inchiesta si concentreranno su due aspetti: capire cosa e perché ha innescato la deflagrazione, e stabilire se la lavorazione che avveniva al piano superiore dell’edificio rispettava gli standard di sicurezza necessari. E’ stata accertata la presenza di fusti di pentano, un idrocarburo saturo a cinque atomi di carbonio, sostanza molto infiammabile che si usa per abbattere la soglia di Thc, il principio attivo della cannabis, al fine di uso terapeutico e fornirla ad altre ditte.

LEGGI ANCHE: Esplosione Gubbio, bollettino medico feriti, Vigili del fuoco a lavoro per stabilire cause

E’ lutto cittadino a Gubbio anche domani. Bandiere a mezz’asta in ricordo di Samuel e di Elisabetta, che hanno perso la vita lavorando a seguito dell’esplosione avvenuta ieri pomeriggio in una piccola azienda che produceva cannabis per scopi terapeutici, in località Sette Strade. Tutta la città è sgomenta, sopraffatta dal dolore “e davvero – sottolinea questa mattina il sindaco di Gubbio Filippo Stirati – non esistono parole sufficienti a descrivere quello che tutti viviamo in questo momento. Ieri sono stato sul luogo dell’incidente per diverse ore, assistendo al ritrovamento di entrambe le vittime e condividendo momenti difficilissimi al fianco di familiari e amici di Samuel e di Elisabetta, straziati dal dolore. E’ davvero terribilmente emblematico il fatto che a perdere la vita siano stati una donna e un giovane ragazzo, simboli entrambi degli enormi problemi sul fronte del lavoro che oggi questo Paese vive. Samuel, Elisabetta e gli altri ragazzi coinvolti nella tragedia cercavano una prospettiva, una speranza, non è davvero umanamente accettabile pensare che siano morti lavorando”.

LEGGI ANCHE: Esplosione a Gubbio, trovata donna dispersa, salgono a due i morti, tre feriti 📸 FOTO E VIDEO 🔴

Tutta la città, insieme al sindaco, alla giunta, al presidente del Consiglio Comunale Stefano Ceccarelli e al Consiglio Comunale tutto si stringe intorno ai genitori, ai figli, alle famiglie, agli amici delle vittime dell’incidente. “In queste ore – aggiunge Stirati – sto ricevendo da tantissime parti messaggi di vicinanza e solidarietà istituzionale. Ho sentito pochi minuti fa anche il Prefetto, che ho sentitamente ringraziato per l’enorme impegno di tutte le Forze dell’Ordine che con i miei stessi occhi ho potuto vedere e verificare. Protezione civile, Vigili del Fuoco, Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia Municipale, 118, il Distretto Sanitario nella persona della dottoressa Paola Tomassoli, i volontari della Croce Rossa: nessuno si è risparmiato, hanno lavorato tutti senza sosta, in un intervento complicatissimo, oltre che dal punto di vista psicologico anche dal lato dell’operatività. A tutte queste persone va davvero un grazie enorme, anche per la grande umanità degli operatori, che ho sinceramente apprezzato”.

Per il lutto cittadino, che verrà poi esteso anche ai giorni delle esequie delle vittime, sono sospese tutte le iniziative, le attività, le manifestazioni cittadine. Anche la conferenza stampa politica del sindaco, prevista per lunedì, è annullata. Restano silenzio, sgomento e profondo rispetto per chi non c’è più e per chi in queste ore continua a lottare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*