Bottigliate e rissa a Fontivegge, il comitato dice stop all’alcol

Bottigliate e rissa a Fontivegge, il comitato dice stop all'alcol

Bottigliate e rissa a Fontivegge, il comitato dice stop all’alcol

Un fascicolo è stato aperto dalla Procura della Repubblica, al momento contro ignoti, per la rissa a bottigliate avvenuta a Fontivegge nella serata di martedì. I carabinieri di Perugia stanno indagando visionando le immagini delle videocamere di piazza del Bacio e piazza Vittorio Veneto.


Fonte: Il Corriere dell’Umbria
articolo di Alessandro Antonini


“I due uomini di origine nordafricana, intanto – fa sapere l’ospedale – sono stati trattati dal personale medico per via di alcune ferite al volto e al collo. Uno dei due pazienti è stato dimesso mentre l’altro resta ricoverato”.

Il portavoce del comitato Progetto Fontivegge, Giulietto Albioni, interviene spiegando che “il mese scorso fatti di cronaca eclatanti non ci sono stati, solo piccoli furti e zuffe ci aspettavamo che qualcosa sarebbe successo. Le forze dell’ordine non possono essere presenti in ogni momento. Questi signori hanno approfittato dell’assenza di militari e polizia locale”.

E poi secondo il comitato c’è un problema di norme: “Non si può fare un’ordinanza che vieti la vendita alcolici solo fino a ottobre lasciando scoperto tutto il periodo invernale fino alla primavera prossima. Chi abusa di alcol non si ferma perché è freddo. E’ stata sospesa anche l’ordinanza che blocca la vendita di bevande in vetro o lattina: va ripristinata”.

Albioni che vive a Fontivegge da oltre 40 anni ricorda come nel corse del tempo molte attività se ne sono andate o trasferite: “Dal McDonald’s fino all’hotel Astor, passando per la Pasta fresca via Fonti di Veggio e i ragazzi della pizzeria Il Testo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*