Bernardino di Betto Perugia, riscaldamento di nuovo funzionante

Incentivi a fondo perduto per impianti riscaldamento, depositata mozione

Bernardino di Betto Perugia, riscaldamento di nuovo funzionante

Il guasto all’impianto di riscaldamento dello “Stecchino” del Liceo Bernardino di Betto di Perugia è stato risolto. A renderlo noto è l’Ufficio Tecnico della Provincia di Perugia competente alla manutenzione degli impianti che precisa come il disservizio sia stato provocato da una manomissione delle valvole termostatiche dell’impianto stesso, dalle quali è entrata dell’aria all’interno del circuito, provocando il blocco di una piccola parte di esso. Tale disservizio ha interessato solamente 4 aule a fronte di una superficie ben più estesa. Attualmente l’impianto è monitorato costantemente per evitare altri spiacevoli inconvenienti.

La nota inviata dalla dirigente scolastica, Prof.ssa Rossella Magherini

“In merito alla notizia rilasciata da un non meglio precisato “Comitato genitori e alunni” e ripresa da qualche testata giornalistica circa la mancata ripartenza dell’impianto di riscaldamento del cd. “stecchino”, la Dirigente scolastica precisa che già da lunedì 10 gennaio, e così nei giorni successivi, è stato attivato il competente Ufficio della Provincia, titolare dell’appalto di manutenzione. Il guasto ha richiesto più interventi in loco della ditta appaltatrice la quale, come relazionato, ha accertato una manomissione all’impianto ad opera di ignoti, atto questo che non mancherà di essere segnalato alla competente A.G.. L’Istituto, alle prese con la grave situazione pandemica che non di meno colpisce docenti, personale amministrativo e ausiliario, ha sempre provveduto a ricercare, ove possibile, idonee alternative al fine di tutelare la salute degli studenti anche ricorrendo all’Aula Magna. Inoltre, per quanto a conoscenza della Direzione scolastica, l’assenza di una sola classe dalle lezioni nella giornata di venerdì 14 gennaio, non è connessa al blocco dell’impianto di riscaldamento ma alla adesione dello sciopero organizzato su scala nazionale per quel giorno dai Comitati studenteschi (rife. trasporto pubblico locale). Si informa infine che la Segreteria didattica non ha ricevuto richieste telefoniche di genitori che volevano conferire con la Dirigente scolastica, la quale resta sempre disponibile ad interloquire con famiglie e studenti, come avvenuto anche in questi giorni. Rammarica quindi l’atteggiamento di chi tenta di alterare la narrazione degli eventi minando l’immagine dell’Istituto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*