Perugia1416, 500 figuranti al corteo, Sant’Angelo vince corsa del Drappo 🔴 video

Perugia1416, 500 figuranti al corteo, Sant’Angelo vince corsa del Drappo

Cinquecento i figuranti che hanno animato il corteo storico lungo corso Vannucci. La corsa del drappo vinta dal Magnifico Rione Porta Sant’Angelo (seconda Porta Eburnea), la cerimonia di consegna delle chiavi della Città al nuovo signore di Perugia. Il centro è tornato indietro nel tempo grazie a Perugia1416, la rievocazione storica che celebra l’ingresso di Braccio Fortebracci dopo la battaglia di Sant’Egidio.

Spettacolo degli sbandieratori

La manifestazione è cominciata con lo spettacolo degli sbandieratori di Sangemini per proseguire con il corteo della Reggenza che è partito dalla sede di Perugia1416 in via Oberdan che ha incontrato in piazza IV Novembre Braccio e i Bracceschi, formati dalla Compagnia del Grifoncello e dalla Militia Bartholomei, provenienti da piazza Italia, lungo Corso Vannucci. Poi la cerimonia di consegna delle chiavi della Città al nuovo signore di Perugia. In coordinata, è partito anche il gran corteo storico in onore di Braccio con consegna dei doni da parte dei Rioni.

Figuranti

Tra i figuranti anche i ragazzi dell’associazione ESN (Erasmus Student Network) Perugia, gli studenti Erasmus presenti a Perugia, e le delegazioni di rievocazioni storiche coeve di Montone, Sangemini, Gualdo Tadino, Corciano, Senigallia e Todi. Il Magnifico Rione di Porta Eburnea ha avviato un importante progetto di inclusione che ha coinvolto il Centro Pace di Assisi e l’associazione Coraggio. Alcune ragazze “fragili” hanno sfilato con gli abiti realizzati dalle volontarie dell’Aps Coraggio nel corteo cittadino.

Gli Alfieri e i Capitani

Al termine del corteo, Braccio ha chiamato a raccolta gli Alfieri e i Capitani che si sono recati di fronte al portone del palazzo comunale per incontrare gli atleti che hanno partecipato alla corsa del drappo, una staffetta con 5 atleti per ciascun Rione, lungo il percorso individuato in Corso Vannucci ed in piazza IV Novembre intorno alla Fontana Maggiore. Al termine della gara, vinta dal Magnifico Rione Porta Sant’Angelo, i tamburi delle due compagnie (di Corciano per la Reggenza comunale e di Gualdo Tadino per il corteo di Braccio) hanno formato due cortei di ritorno fino alla sede dell’Associazione. La serata, la penultima della manifestazione, è proseguita in piazza IV Novembre con il grande spettacolo teatrale in notturna con trampolieri e mangiafuoco.



 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*