Paparelli (Pd) annuncia mozione: “Lockdown di almeno due settimane per i non vaccinati”

Paparelli annuncia mozione lockdown almeno due settimane non vaccinati

Paparelli (Pd) annuncia mozione: “Lockdown di almeno due settimane per i non vaccinati”

“Impegnare la Presidente e la Giunta Regionale a chiedere al Governo, nell’ambito della Conferenza Stato Regioni, di decretare con immediatezza un lockdown di almeno due settimane per i non vaccinati”: lo chiedono i consiglieri di minoranza in Assemblea Legislativa, con una mozione promossa dal portavoce Fabio Paparelli (PD), primo firmatario.


Fonte: Acs Umbria


“Tenendo conto del dilagare della nuova variante Omicron, in particolare nella nostra regione, e considerato che la comunità scientifica ha validato l’efficacia della terza dose contro tale variante – sottolineano i consiglieri di opposizione – è giunto il momento di stabilire regole ancor più stringenti per i non vaccinati, anche in virtù di quanto sta succedendo a tale riguardo in altri Paesi europei e in particolare il Germania, che ha visto, a seguito di tale provvedimento, una sensibile riduzione dei contagi. Pur apprezzando il fatto che il Governo stia valutando l’ipotesi di ridurre la quarantena ai vaccinati con terza dose come stabilito in USA e in Israele, riteniamo che alla stessa misura si debba aggiungere necessariamente anche la richiesta di lockdown per i non vaccinati”.

“Alla luce di ciò che sta succedendo nel Paese – proseguono – crediamo sia fondamentale che proprio le Regioni in forte affanno come l’Umbria, che stanno soffrendo più di altre il peso della quinta ondata, specie sul fronte dei tracciamenti, dei tamponi e degli screening, facciano sentire la propria voce chiedendo che si proceda ad approvare un provvedimento d’urgenza destinato ai non vaccinati, l’unico, insieme ad una maggiore diffusione della campagna vaccinale e all’introduzione dell’obbligo stesso, veramente in grado di temperare la situazione pandemica e riportarla progressivamente sotto controllo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*