Filippo Timi ed Emanuele Cisi concerto al San Francesco al Prato

Far away” è un viaggio nel concetto di lontananza

Filippo Timi ed Emanuele Cisi concerto al San Francesco al Prato

Filippo Timi ed Emanuele Cisi concerto al San Francesco al Prato

Filippo Timi ed Emanuele Cisi – L’auditorium San Francesco al Prato di Perugia si prepara ad accogliere un evento musicale di grande rilievo. Il 30 marzo, alle 21, il palco del San Francesco al Prato sarà calcato da Filippo Timi, attore amatissimo in Umbria, e dal musicista jazz Emanuele Cisi. Insieme presenteranno “Far away”, un concerto che nasce da una riflessione profonda sul nostro tempo.

“Far away” è un viaggio nel concetto di lontananza, esplorato in tutte le sue sfaccettature: la distanza fisica, quella presente nelle relazioni umane, l’isolamento spirituale, la fuga verso la libertà. Questo tema è stato il filo conduttore dell’incontro artistico e umano tra Timi e Cisi, che ha portato alla creazione di racconti poetici scritti e recitati da Timi, accompagnati dalle musiche di Cisi.

Il progetto musicale “Far away” è anche il titolo del nuovo album di Emanuele Cisi, compositore e sassofonista pluripremiato con una carriera internazionale. Per questo progetto eccezionale, Cisi ha voluto al suo fianco uno dei più grandi artisti italiani: Filippo Timi, scrittore, attore e regista, che è ospite speciale del disco.

Il disco, uscito a settembre, è stato anticipato dal videoclip del singolo “Sailing”, una versione speciale del celebre brano di Christopher Cross. Il disco è stato registrato durante una navigazione nel mare aperto della Toscana, su una barca a vela di 15 metri, il Raji.

Emanuele Cisi racconta del singolo “Sailing”: “Il testo di Filippo Timi scelto per questo pezzo è molto poetico, vi si coglie il senso della distanza all’interno dei rapporti umani. L’ultima frase ‘il silenzio ci proteggerà dall’invidia delle sirene’ è per me straordinariamente evocativa. Ogni volta che ascolto la nostra versione mi sembra di essere di nuovo a bordo del Raji, e di suonare con quel meraviglioso suono in cuffia e davanti agli occhi l’orizzonte senza fine del mare aperto, pennellato dalle luci del tramonto. Un’emozione fortissima”.

Questo concerto promette di essere un’esperienza unica, un viaggio musicale e spirituale nella lontananza, un tema tanto attuale quanto universale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*