Dante in Umbria, due le mostre aperte al pubblico a Perugia

La prima all’Augusta, la seconda a San Matteo degli Armeni

 
Chiama o scrivi in redazione


Dante in Umbria, due le mostre aperte al pubblico a Perugia

Dante in Umbria, due le mostre aperte al pubblico a Perugia

La mostra bibliografica Dante a Porta Sole. Dai manoscritti a Dante pop, allestita presso la Biblioteca Augusta, riapre le porte al pubblico. La visita potrà essere effettuata durante l’orario di apertura della biblioteca (lun-ven. ore 9-13, e lun-merc. ore 15-18) e l’accesso sarà garantito (ad un massimo di 4 persone alla volta) previa prenotazione obbligatoria al tel.0755772506 o via mail scrivendo a info.bibliografiche@comune.perugia.it.


Il percorso espositivo si apre con la sezione Dante Pop, ovvero Dante recepito e trasformato in tempi moderni in diversi modi. Per proseguire con l’esposizione delle copie manoscritte della Commedia risalenti al XIV secolo, alcune delle quali illustrate da pregevoli miniature, e delle edizioni a stampa delle opere dantesche e dei relativi commenti, a partire da incunaboli e cinquecentine, dal XV al XXI secolo.

I documenti sono stati selezionati per evidenziare i momenti più significativi della lettura e dell’interpretazione della produzione del Sommo Poeta. Ai testi posseduti dalla Biblioteca Augusta si affiancano prestigiosi materiali, proveniente da altre istituzioni come l’Archivio di Stato di Perugia, Archivio di Stato di Terni, il Comune di Fossato di Vico, la Biblioteca delle Nuvole di Perugia, la Società Bibliografica Toscana e Daniele Lupattelli. Tra questi, un’inedita raccolta di frammenti manoscritti della Commedia, provenienti da diversi Archivi umbri.

 Anche a San Matteo degli Armeni è visitabile la mostra  bibliografica dedicata al Sommo Poeta e all’intellettuale perugino Dante nella biblioteca di Aldo Capitini.

Il percorso espositivo testimonia il profondo legame di Aldo Capitini con Dante Alighieri e le sue opere, legame ancora poco conosciuto e studiato. Le opere esposte – alcune con dedica – vanno dal 1905 al 1965: la Divina Commedia in varie edizioni, fra cui una edizione economica illustrata da Gustave Doré, due esemplari del De Monarchia, due della Vita nuova e due delle Rime.

Sono presenti inoltre antologie e saggi critici di Croce, Russo, Momigliano, Gentile, Macaluso, Vossler. In mostra anche 3 documenti scritti da Aldo Capitini tra il 1927 e il 1947. (info: tel. 0755773560 / bibliotecasanmatteo@comune.perugia.it / Orario di apertura: martedì al venerdì 9.00-13.00 / martedì e giovedì 15.00-18.00).

Entrambe le mostre fanno parte del progetto «Dante in Umbria. L’Umbria per Dante» che prevede numerose iniziative, per illustrare sotto diversi aspetti la poliedricità della figura di Dante e della sua opera, e creare un ampio e diffuso percorso espositivo.

  • Comitato scientifico Alessandro Campi e Carlo Pulsoni, Università degli Studi di Perugia

Con il patrocinio di MiBACT- Comitato Nazionale Celebrazioni 700° anniversario della morte di Dante Alighieri, Regione Umbria, Università degli Studi di Perugia, Università per Stranieri di Perugia

In collaborazione con Soprintendenza Archivistica e Bibliografica dell’Umbria, Archivio di Stato di Perugia, Archivio di Stato di Terni, MANU. Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, Fondazione CariPerugia Arte e Società Bibliografica Toscana, Rotary International. Fellowship Old and Rare Antique Books and Prints e Daniele Lupattelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*