Così si esprimono e fanno del cambiamento in via Chiusi una loro conquista, invece che ammettere un loro errore

Così si esprimono e fanno del cambiamento in via Chiusi una loro conquista, invece che ammettere un loro errore

Così si esprimono e fanno del cambiamento in via Chiusi una loro conquista, invece che ammettere un loro errore

Così si esprimono – La candidata sindaca nonché attuale assessore all’urbanistica afferma: “Massima attenzione alle questioni legate all’impatto ambientale, mantenendo però al centro la qualità della vita dei cittadini”? … E costoro sarebbero quelli che promettono una Perugia più green?

Al centro della qualità della vita dei cittadini c’è la tutela dell’ambiente! Forse ci si riempie troppo la bocca con le parole green, ambiente, verde. Se veramente avevano a cuore l’ambiente e il patrimonio arboreo non avrebbero progettato riqualificazioni abbattendo alberi sani, ma studiando soluzioni armoniose fra gli uni e gli altri.

In via Chiusi è stata fatta una imperdonabile gaffe iniziale che li bolla per quelli che sono, nemici degli alberi e del verde o, nella migliore delle ipotesi, superficiali. Ora vogliono ritornare sui propri passi, grazie alla grande mobilitazione di noi cittadini. Cittadini che sono stati esclusi da ogni forma di partecipazione e informazione.

Dovrebbero chiedere scusa ai cittadini, invece di farsi belli del fatto che, staremo poi a vedere, hanno risolto il problema. Come candidato al Consiglio comunale di Perugia nelle prossime elezioni dell’08-09 giugno 2024 nella lista Orchestra per Vittoria Ferdinandi sindaca, da sempre sensibile alle problematiche del verde in città, propongo di rivedere il progetto per non sacrificare inutilmente e con la stessa leggerezza dimostrata per via Chiusi , il verde di altre aree. (La foto si riferisce a Via Sicilia).

di Alvaro Lanfaloni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*