Vaiolo scimmie: Vaia, ‘allo Spallanzani non ci sono più pazienti, si conferma autolomitante’

'In Italia no condizioni per vaccinare, numeri bassi rispetto ad altri Paesi'

Vaiolo scimmie: Vaia, 'allo Spallanzani non ci sono più pazienti, si conferma autolomitante' 

Vaiolo scimmie: Vaia, ‘allo Spallanzani non ci sono più pazienti, si conferma autolomitante’ 

Per quanto riguarda i casi di vaiolo delle scimmie seguiti dall’Inmi Spallanzani di Roma, “di ricoverati non ne abbiamo più, tutti sono seguiti in ambulatorio. La malattia si conferma autolimitante. Comunque nel caso noi possiamo avere disponibilità, ma al momento non c’è nessuna esigenza”. Lo ha affermato il direttore generale dello Spallanzani, Francesco Vaia, a margine della visita del ministro della Salute Roberto Speranza e del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti all’Istituto, dopo le scritte no vax.

In questi giorni lo Spallanzani sta lavorando con le associazioni giovanili per veicolare messaggi corretti di prevenzione. Per quanto riguarda il vaccino contro il vaiolo delle scimmie, “si sta valutando a chi fare i vaccini, ma solo per casi particolari di stretta vicinanza con contagiati. Non ci sono le condizioni per vaccinare altre persone in Italia – ha precisato Vaia – visto che siamo con numeri bassi rispetto ad altri Paesi”.

(Frm/Adnkronos Salute)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*