Post terremoto, Norcia e frazioni nuovo look, arriva Fondazione eLand di Lugano

Post terremoto, Norcia e frazioni nuovo look, arriva Fondazione eLand di Lugano

Post terremoto, Norcia e frazioni nuovo look, arriva Fondazione eLand di Lugano La città di Norcia e frazioni avranno un nuovo look urbano. Il progetto, presentato questa mattina nella sala conferenze della Galleria Nazionale dell’Umbria, porterà la firma della Fondazione eLand di Lugano. All’incontro con la stampa c’era anche il sindaco della Città di San Benedetto, Nicola Alemanno e dal presidente della stessa fondazione, l” architetto Matteo Ferroni.

Entro la fine dell’anno il progetto sarà pronto subito dopo sarà sottoposto  a tutti i livelli istituzionali (Ente parco dei Monti Sibillini, Soprintendenza alle belle arti e al paesaggio dell” Umbria e Regione) così da arrivare all” attuazione del progetto attraverso un percorso condiviso”, ha detto Alemanno. “Sarà importante rendere partecipi anche i cittadini” ha quindi sostenuto Ferroni.

Il nuovo arredo – ha aggiunto – sarà di certo omogeneo e rispettoso del grande patrimonio artistico, culturale e paesaggistico presente nella città di San Benedetto e nel suo territorio”.

Al momento una linea guida di come si interverrà ancora non c” è. Ma “l” intento – ha detto ancora Ferroni – è quello di fornire servizi moderni che possano dare un grande respiro internazionale alla città che con il suo Santo è una delle città simbolo d” Europa”.

Il nuovo piano di arredo urbano interesserà, tra l” altro, anche le attività commerciali e in particolare bar e ristoranti che fanno dello spazio pubblico esterno un punto di forza. “Sarà uno strumento snello e permetterà di avere una città ordinata e funzionale”, ha sottolineato il sindaco. Presente alla conferenza stampa anche il direttore generale della eLand, Guido Busti.

Leggi anche – Commissione UE conferma impegno ricostruzione basilica Norcia VIDEO

“Da perugini quali siamo – ha aggiunto -, abbiamo voluto con questo progetto offrire al territorio un segno tangibile che possa costituire un ulteriore passo verso la completa rinascita di Norcia e delle sue frazioni”. L” elaborato che verrà redatto dalla Fondazione interesserà anche I borghi di Castelluccio, San Pellegrino, Ancarano, Nottoria e Campi di Norcia.


dall’ufficio stampa di Norcia, Paolo Millefiorini
Presentato a Perugia alla Galleria Nazionale dell’ Umbria il progetto che sarà realizzato per il nuovo arredo urbano della città di Norcia e delle frazioni. A donare lo studio di progettazione al Comune di Norcia è stata la fondazione svizzera eLand, che ha sviluppato modelli innovativi di arredi urbani in varie città d’Europa come ad esempio Barcellona, dove ha progettato nuove tipologie di spazi pubblici.

Grazie alla fondazione eLand per questo gesto di attenzione e vicinanza nei confronti della nostra città” dice il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. “Ora che stiamo iniziando la ricostruzione crediamo che sia il momento giusto per poter ripensare anche la Norcia del futuro. Stiamo ragionando per far sì che diventi una città ‘smart’ che offrirà ai cittadini e visitatori una nuova serie di servizi moderni e innovativi. In questo contesto – prosegue – si inserisce il nuovo arredo urbano della città con quei dettagli che caratterizzano un territorio e che fanno la differenza”. Il nuovo arredo urbano sarà costituito da elementi permanenti e temporanei come dehors, fioriere, bacheche, espositori che saranno presentati alla cittadinanza.

Una città che si presenti dunque nel migliore dei modi e che avrà un quadro di riferimento chiaro e armonizzato con il contesto storico artistico che la caratterizza. Anche in questo caso occorre semplificare – continua il Sindaco – istituendo tavoli con gli Enti sovraordinati ed arrivare ad attuare così il progetto con un piano condiviso”.

Matteo Ferroni architetto e presidente della fondazione eLand spiega come il nuovo arredo arredo urbano “costituirà un’importante strumento di immediata consultazione e applicabilità per l’occupazione del suolo pubblico da parte delle attività commerciali e delle entità civiche. Con la convenzione stipulata con il Comune saranno definite procedure snelle che possano favorire la rinascita della città”.

Presente alla conferenza stampa anche il Direttore Generale della eLand, Guido Busti che sottolinea il respiro internazionale dell’azienda che si intreccia con la vocazione europeista della città di Norcia “vogliamo lasciare un segno di rinascita tangibile ad una città che comunque si sta già muovendo, per farla ripartire quanto prima”.

Commenta per primo

Rispondi