Terni, un comitato tecnico-scientifico per studiare gli effetti dell’inquinamento

 
Chiama o scrivi in redazione


Terni, un comitato tecnico-scientifico per studiare effetti inquinamento

Terni, un comitato tecnico-scientifico per studiare gli effetti dell’inquinamento Fornire un supporto concreto e fattivo al progetto “NeoConca”, per ottenere entro il 2019 i primi risultati sulle possibili correlazioni tra l’inquinamento atmosferico e quello riconducibile al SIN Terni-Papigno e gli eccessi di patologie respiratorie e cardiovascolari evidenziate dallo studio Sentieri: è l’obiettivo concordato nel corso dell’ultima riunione del Tavolo Interistituzionale Terni-Narni Ambiente e Salute che si è riunito nei giorni scorsi per una condivisione complessiva delle problematiche ambientali connesse alla salute dei cittadini e al quale, per il Comune di Terni, ha preso parte l’assessore all’ambiente Benedetta Salvati, mentre per il comune di Narni era presente l’assessore Alfonso Morelli.

Al tavolo, oltre agli assessorati all’ambiente dei Comuni interessati, sono intervenuti rappresentati del Dipartimento di Prevenzione della Usl Umbria 2, dell’Arpa Umbria, dell’Ordine Provinciale dei Medici, della Regione Umbria, del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università di Perugia e dell’Istituto Superiore di Sanità.

“Questa riunione – spiega l’amministrazione comunale –  è stata convocata a stretto giro dall’ultimo incontro del 12 novembre durante il quale si era già discusso come concretizzare il percorso di approfondimento sulla situazione di salute dei cittadini della conca ternana in relazione all’inquinamento ambientale alla luce dei risultati dell’ultimo aggiornamento dello studio Sentieri, presentato nel convegno tenutosi a Terni il 14 settembre scorso”.

Il supporto al progetto NeoConca nasce anche sulla base dell’accordo recentemente stipulato tra la USL Umbria 2 e la cattedra di Igiene di Terni dell’Università di Perugia per l’elaborazione di uno studio di coorte retrospettivo sui residenti di Terni e Narni.

È stato pertanto costituito il comitato tecnico-scientifico che elaborerà i dettagli del protocollo di studio e ne curerà la realizzazione. Il comitato sarà coordinato dalla USL2, in particolare dal dott. Bicchielli e dal dott. Mattioli dell’Unità di Progetto Ambiente e Salute, e sarà composto dal prof. Pocetta dell’Università di Perugia, dalla dott.ssa Fazzo dell’Istituto Superiore di Sanità, dal dott. Bianchi del CNR di Pisa, da un esperto di Arpa Umbria, ed avrà il supporto tecnico-amministrativo da parte dell’ufficio Ambiente del Comune di Terni.

Il comitato  elaborerà non soltanto la proposta di protocollo dello studio Neoconca, ma successivamente valuterà anche come indirizzare ulteriori approfondimenti, quali ad esempio studi caso controllo, valutazioni tossicologiche e degli effetti precoci sulla salute delle esposizioni agli inquinanti ambientali, anche in collaborazione con altri dipartimenti dell’Università di Perugia e con l’Osservatorio Regionale Salute e Ambiente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*