Terni, Bertocco: “Con il censimento facciamo un servizio per la comunità”

Terni, Bertocco: “Con il censimento facciamo un servizio per la comunità”

Terni, Bertocco: “Con il censimento facciamo un servizio per la comunità” Manca un mese al termine ultimo per rispondere al questionario del Censimento permanente della popolazione indetto dall’Istat e ancora soltanto il 56% delle famiglie che fanno parte del campione ha provveduto alla compilazione. “Dal 7 ottobre – dichiara l’assessore ai servizi demografici e statistici Sonia Bertocco – è attivo il servizio del Censimento permanente della popolazione a Terni come nel resto dei comuni italiani e si potrà rispondere al questionario fino al 20 dicembre. E’ molto importante compilare quanto richiesto dall’Ista non solo in quanto è un obbligo di legge ma anche per dare maggior valore al nostro lavoro di governo della città.

Grazie al censimento infatti si raccolgono dati preziosi che altrimenti non si potrebbero avere a disposizione. Ciò ci consente di sviluppare una programmazione mirata su obiettivi e di rispondere più precisamente ai bisogni dei cittadini. Per facilitare le famiglie chiamate ad assolvere questo compito abbiamo anche allestito un ufficio al piano terra di Palazzo Spada dove gli operatori sono disponibili per ogni chiarimento. Ognuno di noi è chiamato a fare la sua parte per la comunità”.

Ad oggi 2.100 famiglie, sulle 3.700 che fanno parte del campione per la città, ed hanno ricevuto la lettera direttamente dall’Istat, hanno compilato il questionario autonomamente on line (40,5%), hanno risposto al rilevatore (5%) o si sono recati al Centro comunale di raccolta dove i rilevatori comunali li hanno aiutati a compilare il modello (8%). In tutta Italia sono stati già compilati oltre 860 mila questionari.

Per sensibilizzare le famiglie a rispondere, l’Istat ha inviato lettere di sollecito inoltre, i rilevatori hanno consegnato, presso gli indirizzi di residenza delle famiglie campione, un avviso predisposto dall’ufficio comunale di censimento nel quale si esortano le famiglie ad adempiere all’obbligo di censirsi. Per evitare di incorrere nella sanzione, ma ancor più per ottemperare ad un dovere che accomuna tutti i cittadini, non solo italiani, ma di tutta la comunità europea, si invitano le famiglie che hanno ricevuto la lettera o che vengono contattate telefonicamente o a domicilio, dal rilevatore a collaborare rispondendo al questionario.

Il Centro comunale di raccolta, dove le famiglie campione possono recarsi direttamente per essere censite o telefonare per informazioni e per prendere appuntamento con il rilevatore (0744 549666) è aperto dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12 e dalle 15.30 alle 17.30. Fino al 20 dicembre rimane comunque attiva per le famiglie la compilazione autonoma sul web, seguendo le istruzioni contenute nella lettera ricevuta dall’Istat.

Commenta per primo

Rispondi