Cascata, M5s Terni, incapaci anche di fare le gare, ecco tutta la competenza di Latini

 
Chiama o scrivi in redazione


Assorbimento dei 38 lavoratori Cascata: risultato importante
Cascata delle Marmore
Cascata, M5s Terni, incapaci anche di fare le gare, ecco tutta la competenza di Latini
«Il primo requisito per il sindaco di questa città deve essere l’onestà. L’onestà si deve associare a competenza e concretezza. Un sindaco onesto e incapace non serve a Terni, ma serve onesto e con le idee chiare e quelle abbiamo dimostrato di averle.» C’è da scompisciarsi dalle risate a pensare a queste parole del “Capitano”, Matteo Salvini, nel comizio prima del ballottaggio. A distanza di un anno non passa giorno in cui non si registri uno scivolone amministrativo di una delle Giunte più pagate della storia della città.

Al Comune di Terni le gare non s’hanno da fare. Siamo passati da una classe politica che le evitava, per procedere con proroghe e affidamenti diretti ad una che non ha le competenze minime nemmeno per “scrivere” i bandi. A pagare saranno per l’ennesima volta i lavoratori e l’immagine turistica della città.

Ritengo ridicolo questo tiro al piccione nei confronti del vicesindaco Andrea Giuli, che ha responsabilità irrisorie in questa storia, anche da parte di neo-consiglieri della Lega. Mesi e mesi in cui proprio la Lega che aveva promesso il cambiamento sta conservando i fattori strutturali interni all’amministrazione che hanno portato il comune al dissesto, a partire dalla “nuovissima” riorganizzazione del personale. Mesi in cui stiamo “pagando la formazione” a questa nuova classe dirigente con scarsissimi risultati.
Abbiamo aspettato, la pazienza è finita. È ora che Latini faccia quello che fino ad ora non ha mai fatto: assumersi le sue responsabilità.

da Thomas De Luca consigliere comunale – MoVimento 5 Stelle Terni   

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*