Volley, Sir Safety, Perugia vince la battaglia con Verona

Volley, Sir Safety, Perugia vince la battaglia con Verona

Volley, Sir Safety, Perugia vince la battaglia con Verona Esplode in un boato assordante il PalaBarton dopo oltre due ore di grande battaglia sportiva! Chiude l’anno al comando della Superlega la Sir Safety Conad Perugia che ha ragione al tie break di una ottima Calzedonia Verona e trovai due punti che la tengono in vetta alla classifica con una lunghezza di vantaggio su Trento.

Tutto questo in attesa dell’inizio, decisamente col botto, del 2019 che vedrà il prossimo 5 gennaio i Block Devils di scena proprio in casa della Diatec per un match che già promette grandissimo spettacolo.

Spettacolo che davvero non è mancato neanche stasera con Perugia che, dopo un primo set condotto con grande autorità, ha subito la rimonta scaligera. I veneti, con Kaziyski, Boyer e Solè sugli scudi, si sono issati fino all’uno a due e 21-23 nel quarto parziale. La spinta del PalaBarton ed il cuore dei bianconeri hanno capovolto tutto come un guanto.

L’attacco di Leon, l’ace di Podrascanin ed il muro di Atanasijevic hanno portato il match al quinto set dove Perugia è uscita di prepotenza partendo 5-0 con Podrascanin al servizio e tenendo senza altri patemi fino all’errore conclusivo al servizio di Boyer. Tutti in piedi alla fine ad applaudire i ragazzi.

Perugia vince la sfida nel conto degli ace (11, di cui 5 di Leon, a 7) e dei muri (10 a 8 con Galassi con 3 vincenti), si gode Leon (27), Atanasijevic (22) e Lanza (16) tutti in doppia cifra e trova in Podrascanin l’Mvp della gara. 9 i punti del centrale serbo (con l’88% in primo tempo), ma soprattutto due ace e due turni dai nove metri decisivi per l’esito della sfida.

Un punto perso? Assolutamente no, questi di stasera sono due punti guadagnati dalla Sir Safety Conad che ha dimostrato di saper portare a casa il match con la testa e con il carattere prima ancora che con la tecnica. Con la stagione che entra nel vivo, un segnale importante degli uomini di Lorenzo Bernardi che non saranno perfetti in questo periodo, ma che sono davvero duri a morire e mai domi. Qualità che avranno un peso specifico sempre maggiore nel 2019.

Si chiude dunque definitivamente un 2018 indimenticabile per Perugia. La società approfitta per fare a tutti i propri tifosi i migliori auguri di buon anno a dà appuntamento a tutti per il 2019. Quando ci saranno ancora tante emozioni da vivere tutti insieme al PalaBarton!

IL MATCH

Formazione confermata per Bernardi, in panchina si rivede Ricci. Primo break per Perugia con l’errore di Kaziyski (3-1). Bravo Lanza in attacco da posto due (7-5) e poi in pipe (8-6). Arriva il doppio ace di Leon, poi muro di Galassi (13-8). Verona torna sotto con il turno al servizio di Kaziyski (14-12), i Block Devils ripartono con il contrattacco vincente di Atanasijevic (16-12).

Leon chiude la parallela del 18-14, poi la diagonale del 19-15. Ace di Atanasijevic, subito dopo pipe di Lanza (21-15). Super muro di De Cecco su Kaziyski (23-16). Terzo ace del set per Leon e set point Perugia (24-16). In campo Seif a muro e proprio l’americano chiude con un “block” su Kaziyski (25-16).

Gli ace di Zakiyski e di Leon aprono la seconda frazione (4-4). +2 Verona con il muro di Solè (6-8). Due di Lanza (attacco ed ace) e parità (8-8). Nuovo break per gli ospiti con Boyer (8-10). Attacco out di Leon (8-11). Ace di Atanasijevic che riporta Perugia a contratto (11-12). Torna a +3 la Calzedonia con l’ace di Spirito con la collaborazione del nastro (13-16). Grandi difese di Lanza con Leon che capitalizza (18-19). Fallo di Spirito e parità (19-19). Fuori Boyer (20-19). Torna avanti Verona (20-21). Leon pareggia (21-21). Solè a segno (21-22). Boyer (21-23). Ancora Boyer e set point Calzedonia (21-24). Il muro di Spirito porta alla parità (21-25).

Avvio equilibrato nel terzo parziale con Lanza a bersaglio per il 7-5 Perugia. Verona trova la parità (7-7). Tornano avanti i padroni di casa con il muro di Galassi ed il contrattacco di Leon (11-8). Verona recupera un break con il muro (11-10). Sorpasso ospite con il doppio ace di Kaziyski (12-13). Lanza show con muro, contrattacco e smash di prima intenzione (16-13). Solè non ci sta (16-15). Atanasijevic tiene Perugia a +2 (18-16). Primo tempo di Podrascanin (19-16).

Kaziyski con il maniout (19-18). Atanasijevic in diagonale stretta (20-18). Parità con Kaziyski (20-20). Muro di Leon (21-20), poi Boyer (21-21). Ancora Leon (22-21). Fuori il servizio del cubano (22-22), in rete quello di Kaziyski (23-22). Super difesa di Lanza e Leon porta i suoi al set point (24-22). Sharifi in diagonale (24-23). Fuori Atanasijevic (24-24). Fuori il servizio di Birarelli (25-24). Solè (25-25). Muro di Solè (25-26). Boyer manda avanti Verona (25-27).

Il contraccolpo del set perso costa un avvio difficile per Perugia (1-4). Lanza ed Atanasijevic non ci stanno e pareggiano (5-5). Si continua a braccetto (9-9). Ace di Leon e vantaggio Sir (11-10). +3 Perugia con la pipe di Leon e l’errore di Sharifi (14-11). Verona piazza un break di quattro punti e torna avanti (15-16). Si gioca punto su punto con Leon che mette il 18-18. Sempre grande equilibrio dopo il punto di Atanasijevic (21-21). +2 Calzedonia con il muro di Solè (21-23). Leon pareggia (23-23). Match point Verona (23-24). In rete il servizio di Manavi, si va ai vantaggi (24-24). Ace di Podrascanin (25-24). Muro di Atanasijevic, si va al tie break (26-24).

5-0 Perugia in avvio con la coppia Leon-Atanasijevic e con l’ace di Podrascanin. Muro-tetto di Leon (7-1). Si cambia campo 8-2 con l’attacco di Leon. Fuori Manavi (10-4). In campo l’attacco di Lanza (11-5). Leon di prepotenza (12-6). Maniout di Atanasijevic (13-7). Ace dell’opposto serbo e match point Perugia (14-7). L’errore al servizio di Boyer fa scorrere i titoli di coda (15-9).

I COMMENTI

Filippo Lanza (Sir Safety Conad Perugia): “Siamo stati bravi. In futuro ci saranno tante gare del genere. Non lo vedo come un punto perso, ma come due guadagnati dopo una battaglia vinta con carattere e determinazione grazie ad un gruppo unito che ha saputo lottare fino all’ultimo pallone”.

Emanuele Birarelli (Calzedonia Verona): “Cosa ci è mancato? Niente. Siamo stati bravi a tenere testa ad una grande squadra, alla fine del quarto set loro hanno puntato sulla loro arma migliore che è la battuta e lo hanno vinto ai vantaggi. C’è rammarico perché la vittoria era vicina, ma ci sono anche tante cose positive e prendiamo questa partita come una tappa di avvicinamento a quello che è il nostro potenziale”.

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CALZEDONIA VERONA 3-2

Parziali: 25-16, 21-25, 25-27, 26-24, 15-9

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 22, Podrascanin 9, Galassi 6, Leon 27, Lanza 16, Colaci (libero), Seif 1, Della Lunga, Piccinelli. N.e.: Hoag, Ricci, Hoogendoord. All. Bernardi, vice all Fontana.

CALZEDONIA VERONA: Spirito 5, Boyer 17, Birarelli 5, Solè 15, Kaziysk 19i, Manavi 5, De Pandis (libero), Marretta, Sharifi 3. N.e.: Pinelli, Giuliani (libero), Alletti, Magalini. All. Grbic, vice all. D’Amico.

Arbitri: Ubaldo Luciani – Armando Simbari

LE CIFRE – PERUGIA: 23 b.s., 11 ace, 43% ric. pos., 11% ric. prf., 54% att., 10 muri. VERONA: 19 b.s., 7 ace, 46% ric. pos., 18% ric. prf., 47% att., 8 muri.

L’agenda degli appuntamenti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*