Volley A1/M: Sir Safety, parla Fabio Fanuli

Fabio Fanuli
fabio fanuli(umbriajournal.com) PERUGIA – Con l’arrivo di settembre, e della terza settimana di preparazione, comincia ad entrare nel vivo il lavoro della Sir Safety Banca di Mantignana Perugia.
Non che finora i Block Devils si siano risparmiati! Anzi, hanno dovuto sudare le proverbiali sette camicie sotto le cure del preparatore atletico Carlo Sati e nelle lunghe sedute di tecnica individuale preparate da Boban Kovac e da Carmine Fontana.
Ma da oggi parte una fase diversa nella scaletta preparata dallo staff tecnico bianconero, più incentrata sul lavoro tecnico di squadra per cominciare ad assimilare al meglio il credo ed il sistema di gioco di Kovac. I ragazzi, dopo due giorni di riposo loro concessi, si sono ripresentati al PalaEvangelisti carichi e determinati, ma soprattutto desiderosi di cominciare a mettere in pratica la grande mole di lavoro fisico svolta.
Non si registrano problemi di sorta in casa Sir. Tutti i bianconeri sono in buone condizioni. Tra questi uno certamente dei più attivi e motivati è Fabio Fanuli. Dopo un anno in B1, il ventottenne pugliese di Grottaglie è pronto a rimettersi in gioco nella massima categoria nazionale. E gli stimoli decisamente non gli fanno difetto:
“Sono molto contento di essere qui!”, spiega Fabio. “Sto lavorando con molta determinazione in palestra ed in particolare in maniera un po’ diversa dal solito in sala pesi con Carlo (Sati, ndr). Mi sta dando degli stimoli nuovi e tutto questo mi sta sorprendendo positivamente. Soprattutto mi sento bene fisicamente e quindi riesco in campo, nel lavoro tecnico, a lavorare al meglio. Sono motivato, è vero, ed ogni giorno dò sempre il massimo!”.
Da questa settimana, come detto, inizia una fase nuova nella preparazione bianconera:
“Si, in effetti da oggi cominceremo a fare in misura maggiore il lavoro tecnico di squadra e quindi, diciamo così, si comincia a fare sul serio. Anche se devo dire che nelle prime due settimane si è lavorato davvero molto e forte. Fortunatamente abbiamo potuto riposare due giorni nell’ultimo fine settimana perché si inizia a sentire la fatica della preparazione”.
Fatica che però non toglie il sorriso ed il buonumore nel gruppo capitanato da Goran Vujevic:
“Mi sto trovando molto bene con questo gruppo – conclude Fabio – e devo dire che me lo aspettavo. È un gruppo ottimo, stiamo bene anche fuori dalla palestra, dettaglio secondo me non irrilevante. E poi al palazzetto, vedo che tutti quanti danno sempre tutto ciò che hanno, caratteristica fondamentale per crescere e migliorare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*