Si gioca Perugia-Como, mister Caserta insegue la corona di Supercoppa

 
Chiama o scrivi in redazione


Fabio Caserta annuncia l’addio, il Perugia chiede un risarcimento

Si gioca Perugia-Como, mister Caserta insegue la corona di Supercoppa

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – “Vogliamo fare bene. Per onorare e vincere la Supercoppa. Non sarà facile perché comunque i festeggiamenti hanno allentato un poco la tensione, ma come ho spiegato alla squadra io ci tengo a fare bene, per chiudere al meglio una grande annata. Non per caso ho lasciato liberi tutti i ragazzi per due-tre giorni. Quello che chiedo ora é una grande partita e di centrare il risultato.”

Fabio Caserta, 42 anni, e già due promozioni in B mel carniere (ed una “panchina d’oro” di serie C nel campionato ’18-’19), é come il martello di Thor: non molla. E d’altro canto lui stesso ammette quale sia stato l’insegnamento più importante vissuto nella stagione che si va chiudendo: “Abbiamo capito molte cose, ma la principale é che non si deve mai mollare. Che é indispensabile affrontare ogni momento, anche nelle difficoltà, con la massima concentrazione. E ne sono convinto da allenatore ancora di più di quando facevo il calciatore… Tocca a me trasmettere la voglia ai ragazzi di non mollare mai, soprattutto nei momenti di più intensa criticità.”

L’avversario si presenta ostico e pronto allo sgambetto. Anche la squadra di Giacomo Gattuso nutre, dal canto suo, le stesse ambizioni del Perugia e della Ternana: quella di calarsi sulla testa la corona di regina assoluta della Lega Pro.

“Ho visto un paio di partite dei comaschi e quella con l’Alessandria, sua competitor. Il Como – spiega – gioca partendo da dietro e puntando comunque sulle ripartenze. Un 4-4-2 molto offensivo con gli esterni decisamente bravi. Quando si difende lo fa con molti uomini perché vanta elementi di gamba… Insomma: é un complesso forte, con un gioco efficace. Dovremo scendere in campo con la massima attenzione…”

A parte Negro (e Vano in corso di valutazione per infortunio) tutti gli effettivi saranno a disposizione. Comunque il tecnico ha già in testa l’undici da mandare in campo (“Più di sempre”, specifica) ma annuncia novità in formazione.

“Farò scendere in campo – anticipa – chi ha avuto meno spazio in campionato. Mi sembra un giusto riconoscimento per chi ha sgobbato tutta la stagione. Penso solo e soltanto alla partita con il Como, che sia chiaro, tenteremo di vincere.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*