Il Perugia perde a Foggia per uno a zero, il punto di Elio Clero Bertoldi

Il Perugia perde a Foggia per uno a zero, il punto di Elio Clero Bertoldi
Screenshot dalla pagina FBook del Foggia Calcio

Il Perugia perde a Foggia per uno a zero, il punto di Elio Clero Bertoldi

elio clero bertoldi

di Elio Clero Bertoldi
PERUGIA – E’ un episodio a rompere l’equilibrio e a decidere il confronto. Un fallo ingenuo di Sgarbi, appena entrato, su Mazzeo segna il testa-coda in Puglia. Sconfitta sanguinosa. Gioisce il Foggia che insegue la salvezza (è entrato in zona play out), mastica amaro il Perugia che tiene sostanzialmente bene il campo, ma paga i due infortuni che hanno costretto Nesta a non fare i cambi previsti per tentare il colpo corsaro. La volontà nei grifoni non manca, ma gli errori difensivi e la mancanza di uno stoccatore di peso (elementi ricorrenti durante tutto il torneo) incidono sulla partita e sull’intero campionato.

Nesta, in emergenza, sceglie Kouan a centrocampo e Vido e Sadiq, in attacco. Manda due ex in campo, Grassadonia: Leali in porta e Mazzeo in avanti (il terzo, Ngawa, resta in panchina).

Il Perugia inizia bene per una ventina di minuti, poi comincia a cedere terreno e solo un bell’intervento di Gabriel su conclusione di Busellato salva gli umbri dallo svantaggio. La risposta dei grifoni arriva con Vido con un gol annullato per fuorigioco e poi con un tiro che Leali para. La pressione umbra appare decisa e solo il palo, al 35’ su tiro di Verre, nega il vantaggio agli ospiti.

Vivacissimo il confronto: nel finale di tempo, su una palla persa in uscita da Mazzocchi, ancora Gabriel si oppone alla grande ad una conclusione di Deli.

Alla ripresa del gioco, ghiotta occasione di Sadiq che supera Leali, ma troppo defilato, non trova la porta tirando alto. Nesta é costretto a cambiare due uomini infortunati (entrano Kingsley per Dragomir e Sgarbi per El Yamiq). Fallo di rigore di Sgarbi su Mazzeo. Greco, cinico, dal dischetto trasforma.

I biancorossi trovano una occasione con Vido, ma il pallone finisce fuori. Ora tutte le speranze di entrare nei play puntano sul confronto interno con la Cremonese.

FOGGIA (3-5-2): Leali 6; Martinelli 6, Billong 6, Ranieri 6; Gerbo 6, Busellato 6 (78’ st Agnelli 6), Greco 6, Deli 6 (67’ st Galano 6)  Zambelli 5.5 (37’ pt Loiacono 6); Mazzeo 6, Iemmello 6.5. A disp.: Arena, Boldor, Chiaretti, Cicerelli, Matarese, Ngawa, Nopoert, Tonucci. All.: Grassadonia 6.
PERUGA (4-3-1-2): Gabriel 6.5; Rosi 6, Gyombér 6, El Yamiq 6 (70’ st Sgarbi 5), Mazzocchi 5.5 (1’ st Falasco 6); Kouan 6, Carraro 6, Dragomir 6 (66’ st Kingsley 6); Verre 6.5; Vido 6, Sadiq 6. A disp.: Bizzarri, Cremonesi, Falzerano, Felicioli, Han, Moscati, Perilli, Ranocchia. All.: Nesta 6.
ARBITRO: Di Paolo di Avezzano 6.
GUARDALINEE: Muto-Rossi.
QUARTO UOMO: Di Martino.
MARCATORE: Greco (rig) al 30’ st.
ESPULSO: Tonucci (dalla panchina).
AMMONITI: Iemmello (F), Vido (P), Sgarbi (P).
NOTE: Spettatori 11.000 circa. Ang: 4-3 per il Foggia. Rec.: 0’ pt, 6’ st.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
21 ⁄ 7 =