Giulio Pellizzari convocato in nazionale per la Corsa della Pace Juniores

Giulio Pellizzari convocato in nazionale per la Corsa della Pace Juniores, prosegue nel segno dell’azzurro l’estate dei giovani di UC Foligno

Giulio Pellizzari convocato in nazionale per la Corsa della Pace Juniores

Prosegue nel segno dell’azzurro l’estate dei giovani atleti dell’UC Foligno. Dopo la fresca partecipazione di Rebecca Bacchettini ai Campionati Europei su pista toccherà stavolta a Giulio Pellizzari vestire la casacca della nazionale, in occasione della Corsa della Pace Juniores.

Il marchigiano classe 2003 è stato infatti selezionato dal CT Rino De Candido nel sestetto che, dal 26 al 29 agosto, volerà in Repubblica Ceca per disputare una delle gare a tappe più prestigiose e qualitative del panorama di categoria, non a caso inserita da diverse stagioni nel calendario della Coppa delle Nazioni Juniores.

Anche per questa edizione il percorso si presenterà piuttosto variegato ed esigente, con 5 frazioni complessive tutte distribuite nella regione nord-occidentale dell’Usti nad Labem. La classifica generale andrà a delinearsi già nelle prime due giornate di gara, nelle quali saranno in programma l’esigente tappa di Litomerice e la crono individuale di 11,2 km di Trebenice.

Lo snodo principale della corsa sarà tuttavia rappresentato dalla Teplice-Olbernhau di sabato, che vedrà la carovana sconfinare in Germania nella porzione finale del tracciato. Per comprendere appieno il blasone e la difficoltà della prova basta tuttavia dare una rapida lettura all’albo d’oro recente, dove spiccano i nomi dei campioni del mondo su strada Elite Michal Kwiatkowski e Mads Pedersen, più quello del baby-fenomeno belga Remco Evenepoel, mattatore assoluto nel 2018.

LEGGI ANCHE – La serie C al via su Eleven sport, 1.140 partite, più coppa Italia e post-season

Per Pellizzari, alla prima esperienza all’estero di questo tenore, la trasferta in Repubblica Ceca costituirà un’opportunità significativa per testare il proprio livello al cospetto dei migliori pari età della scena internazionale, specie sul suo terreno prediletto della salita. Questa nuova convocazione in maglia azzurra sancisce in ogni caso un ulteriore attestato non solo del valore del ragazzo diretto da Massimiliano Gentili e Sandro Settimi, ma anche di una società, come quella folignate, sempre più inserita ai vertici del ciclismo giovanile italiano.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*