Colaci&Travica: Perugia darà il massimo nel rush finale di Regular Season

 
Chiama o scrivi in redazione


Colaci&Travica: Perugia darà il massimo nel rush finale di Regular Season

Colaci&Travica: Perugia darà il massimo nel rush finale di Regular Season

Colaci&Travica: Perugia darà il massimo nel rush finale di Regular Season

© Protetto da Copyright DMCA

I due cardini dello spogliatoio bianconero commentano anche il successo di ieri contro Milano. Colaci: “Milano, quando è fuori il loro opposto francese Patry, ha delle rotazioni particolari alle quali è difficile prendere le misure. Noi abbiamo affrontato il match bene, con l’andare della partita siamo cresciuti, abbiamo iniziato a difendere e contrattaccare sempre meglio e credo che questa sia stata un po’ la chiave della partita”.

Travica: “È sempre difficile giocare contro di loro e noi siamo stati bravi intanto a giocar bene, ad avere pazienza nei momenti difficili ed a non mollare mai neanche nel secondo set. Sono tre punti importantissimi” PERUGIA – Giorno di riposo per la Sir Safety Conad Perugia. All’indomani del successo casalingo con Milano ed in attesa di iniziare la preparazione alla trasferta di domenica prossima a Modena, Vital Heynen ha concesso ai Block Devils ventiquattro ore di libertà e di recupero dalle tossine accumulate in questo intenso periodo della stagione.

Si torna al PalaBarton domattina e Perugia ci tornerà con ancora il primo posto in classifica e con i tre punti corroboranti conquistati ieri sera a Pian di Massiano contro l’Allianz di coach Piazza. Tre punti arrivati al termine di una gara ben giocata dai bianconeri, apparsi fin da subito concentrati e sul pezzo, continui nei fondamentali ed in crescita anche sotto l’aspetto fisico.

  • Tre punti commentati così da due guide dello spogliatoio come Massimo Colaci e Dragan Travica.

“Milano è una squadra che gioca bene in fase break, una squadra che, quando è fuori il loro opposto francese Patry, ha delle rotazioni particolari alle quali è difficile prendere le misure”, dice il libero di Perugia. “Noi abbiamo affrontato il match bene, con l’andare della partita siamo cresciuti, abbiamo iniziato a difendere e contrattaccare sempre meglio e credo che questa sia stata un po’ la chiave della partita. Tante difese da parte mia?

È vero, soprattutto nell’ultimo set sono arrivati tanti palloni nella mia zona. La vita del libero è particolare, ci sono partite dove in due ore non arriva un pallone e partite come ieri nelle quali ne arrivano tanti e sei più nel vivo del gioco. Ieri ne ho toccati tanti in difesa e mi sono divertito”. “È stata una partita difficile così come ce la aspettavamo”, commenta il regista bianconero. “Milano, in qualunque modo stia in campo, sa giocare a pallavolo, ha grande tecnica nei fondamentali, è un gruppo che sta insieme da tanto, ha fiducia, sbaglia poco e difende tantissim
o.

È sempre difficile giocare contro di loro e noi siamo stati bravi intanto a giocar bene, ad avere pazienza nei momenti difficili ed a non mollare mai neanche nel secondo set. Poi per certi aspetti la partita la abbiamo sempre condotta e quelli arrivati sono tre punti importantissimi”.

Sia Colaci che Travica sono già ben sintonizzati sul rush finale di Superlega. “Punti pesanti nelle prossime gare? I punti pesano sempre in Superlega e bisogna guadagnarseli”, dice Colaci. “Ora abbiamo davanti partite complicate a partire dalla prossima a Modena.

  • Due trasferte molto difficili ed un match in casa altrettanto difficile.

Ma io sono sempre fiducioso, ottimista, consapevole delle nostre qualità e penso che sapremo di dover soffrire, ma anche di dover affrontare i prossimi avversari consapevoli della nostra forza”. “La ricetta per il finale di Superlega? Dare il massimo in ogni allenamento, nei giorni di riposo e in ogni partita.

  • Per andare a letto sereni è l’unica ricetta”, conclude Travica.

“È chiaro che poi bisogna certamente migliorare negli aspetti tecnici, ma credo che siamo tutti atleti che sanno fare bene il proprio mestiere. Sono certo che continueremo ad allenarci con la massima energia e con questo atteggiamento potremo toglierci delle soddisfazioni”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*