La lettera di una lettrice arrabbiata, mancata accortezza sanitaria

La lettera di una lettrice arrabbiata, mancata accortezza sanitaria
foto repertorio

La lettera di una lettrice arrabbiata, mancata accortezza sanitaria
Da Laura Tifi
Caro Direttore..
 Mi trovo a scriverle per farle presente un episodio che io reputo di cattivo gusto, (o forse cattiva sanità??) Qualche giorno fa mia mamma ha avuto bisogno di essere ricoverata in ospedale al Santa Maria della Misericordia a Perugia. Mia mamma ha le piastrine basse e molti problemi da riequilibrare. Era in camera con una signora, quando sabato mattina questa signora è stata spostata di camera, lasciando il posto ad un uomo.

Partiamo dal presupposto che camere miste non dovrebbero esistere per il semplice fatto di igiene personale. Nel 90% dei casi un uomo lascia il bagno sporco e mia mamma dovendo recuperare le urine rischia di farsi il bagno con liquidi sconosciuti.

Il fatto che reputo più grave è che il compagno di camera di mia mamma è stato ricoverato per una sospetta polmonite, con catarro sanguinoso, ma nel corso delle indagini si è scoperto che tale Signore ha la legionella.

Sappiamo tutti non essere una malattia virale ma, le sembra giusto che mia mamma dove dividere il bagno con un signore con questa malattia?

Vi sembra giusto che sia mia mamma, che tutta la mia famiglia stiamo dividendo la stessa aria condizionata di questo signore, sapendo che uno dei vettori è proprio l’aria condizionata??

Mia mamma è stata a contatto con questo signore

Soprattutto mia mamma è stata a contatto con questo signore che tossisce sangue 24 ore su 24. Io non sono un medico, so che questa malattia non si trasmette ma non reputo giusto e corretto tenere un uomo con la legionella con una persona già debole di salute. Sperando che tra 7 giorni non dobbiamo ricorrere tutti ad antibiotici le invio i miei più cordiali saluti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*