Cerimonia di inaugurazione targa e stele alla memoria del ten. Petrucci e dei caduti di Malga Sasso (BZ)

Cerimonia inaugurazione targa e stele alla memoria Ten. Petrucci caduti

Cerimonia di inaugurazione targa e stele alla memoria del Ten. Petrucci e dei caduti di Malga Sasso (BZ)

In data 23 settembre, ricorrendo il 55° Anniversario della morte del Tenente della Guardia di Finanza Franco Petrucci, si sono svolte, a Montecastrilli (TR) e a Terni, due distinte cerimonie, organizzate dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Terni, dall’Amministrazione comunale di Montecastrilli e dalla Sezione ANFI di Terni, per la commemorazione del Ten. Franco Petrucci e dei caduti di Malga Sasso (BZ).

A Montecastrilli (TR), è stata inaugurata una nuova targa alla memoria presso il locale Centro multimediale. E’ stata, poi, deposta una corona presso la cappella della Famiglia Petrucci, alla presenza del sindaco e del parroco di Montecastrilli, della Signora Clelia Catalucci nipote del Ten. Petrucci, degli amici di Franco, dei colleghi del 61° corso d’Accademia, degli insegnanti e degli alunni della scuola “Ten. Franco Petrucci”. Toccanti sono state le riflessioni scritte dagli alunni della scuola media e i ricordi espressi da familiari amici e colleghi dell’Ufficiale originario di Montecastrilli (TR).

La successiva cerimonia, svoltasi nella piazza d’armi della Caserma di Terni, è stata presieduta dal Comandante Regionale Umbria della Guardia di Finanza, Gen.B. Alberto Reda, alla presenza delle massime Autorità militari, religiose e civili di Terni e Montecastrilli. Importante anche la rappresentanza di militari del Corpo in forza al Comando Provinciale di Bolzano, provenienti dalle sedi di Bressanone e di Vipiteno. Coinvolgenti e fortemente sentite le testimonianze rese dagli amici di Franco, dai colleghi Ufficiali del 61° corso di Accademia della Guardia di Finanza, dal Finanziere in congedo Domenico Perla, sopravvissuto al tragico evento di Malga Sasso (BZ) del 9 settembre 1966.

La suggestiva cerimonia si è conclusa con la deposizione di una corona e con la solenne benedizione della stele da parte di S.E. Mons. Giuseppe Piemontese, Vescovo della Diocesi di Terni-Narni-Amelia e del Cappellano militare Don Aldo Nigro. Le opere commemorative consentiranno di mantenere sempre vivo il ricordo delle Vittime del Dovere e della Criminalità, i valori di legalità, di giustizia, di onestà in cui credevano e per i quali hanno dato la loro vita. Principi che devono essere ora più che mai evidenti alle giovani generazioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*