Umbria e Toscana confronto su “Sanità Territoriale tra Covid e PNRR”

Umbria e Toscana confronto su “Sanità Territoriale tra Covid e PNRR”

“La Sanità Territoriale tra Covid e PNRR ripensando ad un distretto ‘diverso’ per la gestione delle cronicità”. Esperti e manager sanitari a confronto nel convegno Tosco – Umbro CARD, presso il centro congressi dell’hotel Giò a Perugia. Numerosi i temi approfonditi, dall’evoluzione dei distretti sociosanitari delle Asl (sviluppo tecnologico e digital health per la presa in carico dei pazienti complessi, la continuità delle cure nella transizione tra ospedale e territorio e la centrale operativa territoriale) fino alle cronicità, fragilità, complessità e i modelli di “care”, oggetto di una sessione specifica con focus sulla prevenzione vaccinale, sulle patologie long term e Covid, sull’impatto della pandemia e l’evoluzione della gestione delle cronicità, sui percorsi integrati di cura sulle demenze.


di Alberto Tomassi


Un confronto a 360 gradi con l’obiettivo principale di proporre spunti di riflessione e proposte pratiche per la valorizzazione dei percorsi di “care” e la presa in carico appropriata dei pazienti affetti da patologie croniche. Il tutto anche attraverso anche l’utilizzo delle moderne tecnologie e dei sistemi di e-health, per facilitare e migliorare la gestione integrata ed in team, secondo modalità condivise, nel rispetto dell’appropriatezza, dell’aderenza, della sostenibilità economica e dei mutati scenari epidemiologici ed organizzativi.

“Serve un cambio di passo culturale ed organizzativo – è stato affermato dai partecipanti – per innalzare il livello di qualità delle cure territoriali e domiciliari. In questo scenario la formazione e il confronto appaiono passi ed elementi fondamentali per mettere a sistema quanto è stato appreso dall’emergenza pandemica”.

Con tali finalità CARD Toscana e CARD Umbria hanno promosso il loro convegno annuale, unendo intenzioni e sforzi per concentrare la discussione e i futuri interventi di riorganizzazione e riqualificazione del Territorio, che stanno impegnando ed impegneranno anche per il futuro prossimo le istituzioni, oltre che le organizzazioni, i professionisti e le comunità.

Dopo i saluti e la presentazione dell’iniziativa del direttore regionale umbro alla Sanità Massimo Braganti, il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 Massimo De Fino ha approfondito, nel suo intervento, i temi della governance dei sistemi sanitari e sociosanitari e del ruolo centrale dei distretti territoriali per costruire la sanità del futuro, più efficace ed efficiente e più rispondente ai vecchi e nuovi bisogni della popolazione.

Alle relazioni dei manager sanitari di Umbria e Toscana sono seguiti approfondimenti degli specialisti e dei docenti universitari: dalla lettura magistrale “Vaccinarsi prima, durante e dopo la pandemia: la prevenzione vaccinale nei soggetti cronici e fragili, stato dell’arte e prospettive” di Pier Luigi Lopalco, professore ordinario dell’Università di Pisa fino alle “Nuove frontiere del disease management per le patologie respiratorie croniche: l’home care pneumologica” approfondita da Francesco Merante, direttore della struttura complessa di Pneumologia dell’ospedale di Foligno dell’Azienda Usl Umbria 2. Al convegno, accreditato Ecm, hanno preso parte dirigenti medici, specialisti e addetti ai lavori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*