Covid, fisico: “Luce in fondo al tunnel ben distinguibile”

Covid, fisico: "Luce in fondo al tunnel ben distinguibile"

Covid, fisico: “Luce in fondo al tunnel ben distinguibile”

“Come avevamo sperato qualche giorno fa, la luce in fondo al tunnel comincia a diventare ben distinguibile”. E’ quanto scrive il fisico, Luca Gammaioni, sul suo profilo Facebook pubblicando una foto dove mette in evidenza due curve.

Fisico, forse anche tre mesi per smaltire nuovo picco
Luca Gammaitoni,

“La curva 1) – dice – rappresenta il numero di nuovi casi giorno per giorno. Si osserva una significativa diminuzione con la formazione un massimo chiaro e consolidato. Questo è il primo e importante segno che si cerca quando si analizzano le curve epidemiche”. La curva 2) rappresenta il numero degli attuali positivi. Come si vede, aiutando l’occhio con la curva verde tratteggiata, questa curva sembrerebbe aver raggiunto un massimo. Siamo comunque in presenza di grandi fluttuazioni ed il fenomeno di cui ci occupiamo è di tipo probabilistico, per cui va mantenuta sempre una prudenza nell’analizzare i dati. Il massimo di questa curva, se consolidato, è un ulteriore segnale confortante che la fase peggiore di questa quinta ondata è passata in Umbria, con qualche anticipo sull’andamento medio dell’Italia”.

“Che succederà ora?”, si chiede il prof e risponde dicendo: “Se non si verificheranno fatti nuovi (tipo nuove varianti) allora la curva consoliderà il suo trend discendente e entro febbraio potremmo essere tornati ai livelli dei primi di Novembre e potremo guardare ad una primavera davvero libera. Per ottenere questo risultato due cose bisogna fare: vaccinarsi e mantenere prudenza (mascherina e distanza) nei contatti con gli altri. Coraggio che il futuro può essere migliore del passato!”


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*