Perugia celebra San Costanzo con la tradizionale Luminaria

Le autorità civili e religiose si sono ritrovate davanti a Palazzo dei Priori per l’antico corteo storico

 
Chiama o scrivi in redazione


San Costanzo Perugia

Perugia celebra San Costanzo con la tradizionale Luminaria

di S.C.
Perugia ha celebrato oggi con la Luminaria la solennità di San Costanzo vescovo e martire del II Secolo, patrono  della città e dell’Archidiocesi.  Sette secoli fa, la deliberazione dei nove Priori delle arti del Comune di Perugia dell’11 dicembre 1310, voluta dal popolo a pochi anni di distanza dalla fondazione della chiesa di San Costanzo, spiegava il senso di questa celebrazione festosa, tra il civile e il religioso, detta poi “il lume” o la “luminaria”.  Le autorità civili e religiose si sono ritrovate davanti a Palazzo dei Priori per l’antico corteo storico assieme ad un centinaio di figuranti in costume appartenenti alle associazioni del palio di Città della Pieve, dei Balestrieri di Assisi, di Montefalco, i Cavalieri del Santo Sepolcro e la Compagnia Maria del Rosario di Villa Pitignano.

La processione della Luminaria ha raggiunto la basilica di San Costanzo, percorrendo Corso Cavour e Borgo XX Giugno  dove si sono celebrati i Vespri della vigilia e l’offerta dei doni votivi presieduta dall’Arcivescono Card. Gualtiero Bassetti e animata dal coro della Polizia Municipale.

Una corona d’alloro intrecciata  da parte della Polizia Municipale per aver  difeso con valore la libertà del popolo; da parte del Sindaco Romizi  un cero che arde a testimonianza di fedeltà ma anche a richiesta di protezione per la città,   il torcolo, dolce tipico della festa confezionato dai  panettieri, come simbolo visivo del martirio e per invocare  la benedizione sul lavoro degli artigiani e dei commercianti perugini, che fecero grande e famosa Perugia con il loro lavoro e la loro creatività; l’onore e il profumo dell’incenso da parte della Chiesa locale, che si onora di avere Costanzo come padre nella fede.

Perugia celebra San Costanzo

I festeggiamenti in onore del santo patrono proseguiranno domani venerdì 29 gennaio con la tradizionale Fiera Grande di Borgo XX Giugno dalle 8 alle 20 e la degustazione del Torcolo di San Costanzo offerta da Confcommercio, Cna, Confartigianato, Associazione Italiana Sommelier e l’Università dei Sapori dalle ore 12.00 in Corso Vannucci.  Alle ore 15.00 presso la piazza di Monteluce, l’Associazione Monteluce offrirà ai partecipanti il tipico Torcolone.

 

[FAG id=188735]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*