VARASANO (PDL) E NUMERINI (UDC): “IL COMUNE NON SI DIMENTICHI DELLE SCUOLE D’INFANZIA PARITARIE”

pdl(umbriajournal.com) PERUGIA – “Nel territorio del Comune di Perugia operano da anni 13 strutture d’infanzia paritarie aderenti alla Fism (Federazione italiana scuole materne, ex Fireu) che accolgono poco meno di 850 bambini. Il loro contributo è fondamentale per almeno due motivi: in primo luogo perché integrano l’offerta formativa comunale e statale – in continua difficoltà nell’accogliere le numerose richieste -, con una presenza capillare anche nelle più piccole frazioni; in secondo luogo perché garantiscono all’amministrazione comunale (che dispone di 3 sole scuole d’infanzia) un congruo risparmio.

Per anni il Comune ha mostrato sensibilità verso le scuole d’infanzia paritarie, accordando loro, attraverso un’apposita convenzione, un contributo economico che ne riconosceva l’importanza. Negli ultimi anni quella convenzione è venuta meno e il contributo – elargito da molti altri comuni dell’Umbria amministrati dal centrosinistra – è diminuito sensibilmente, fin quasi a scomparire.

Il ruolo delle scuole d’infanzia paritarie non può essere né dimenticato né misconosciuto. Con questa convinzione abbiamo dunque presentato un’apposita mozione in cui chiediamo il ripristino di una convenzione con la Fism e il riconoscimento, anche economico, del fondamentale ruolo di queste scuole. Si tratta di un servizio indispensabile, il venir meno di queste strutture lascerebbe un vuoto che l’amministrazione non potrebbe colmare: le risorse, non esorbitanti, si possono e si debbono trovare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*