Regionali, il Pd a caccia di volti nuovi, chiede dialogo con M5s, tutte le novità

 
Chiama o scrivi in redazione


Congresso Pd, rinviate le assemblee di circolo di questo weekend

Regionali, il Pd a caccia di volti nuovi, chiede dialogo con M5s, tutte le novità

Il Partito democratico è a caccia di volti, possibilmente nuovi e noti, da candidare in regione contro la Lega capitanata da Donatella Tesei. Ed ecco che arriva una richiesta a Rosella Tonti, la dirigente scolastica di Norcia, simbolo del territorio ferito e e insignita dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dell’onorificenza al Merito della Repubblica. A cercare di convincere la dirigente è, oltre al commissario Pd Walter Verini, anche Valentino Valentini, consigliere politico della ex presidente Catiuscia Marini. Valentini ex sindaco di Montefalco, ritenuto molto vicino a Nicola Zingaretti.

Ma il Pd tenta il dialogo anche con il Movimento Cinque Stelle e in particolare Verini lo fa con un video su Facebook: «Chiediamo a Fora di dialogare con tutti, anche con i 5 stelle. Sappiamo che a Roma questo Governo discute anche su come far vivere nei territori questa nuova alleanza».

I grillini concluderanno la raccolta delle candidature per le regionarie martedì, poi si aprirà la fase del voto e da lì uscirà la lista. Maria Grazia Carbonari, consigliere uscente, detta le regole: una candidato presidente non può essere Andrea Fora, liste composte da persone “vergini” e, soprattutto, un programma il linea con quelli che sono gli ideali e gli obiettivi del Movimento. Quindi, da quanto trapela in ambienti politici, il M5S avrebbe chiuso la porta in faccia al Pd, ma si sa che l’ultima parola spetta al capo politico. L’appello arriva anche da Mismetti, ex sindaco di Foligno: «Il M5s lavori con il Pd a una nuova coalizione».

Emanuele De Angelis da Facebook Immagino chi abbia segnalato la Tonti a Verini…in valnerina vediamo un po’ che politici ex sindaci abbiamo, Bocci (dirigente amministrativo part time della Provincia di Pg), Naticchioni ( direttore a vita di Villa Umbra scuola di amministrazione Regionale), Angelini (addetto stampa della Regione)…chissà chissà.

Il terzo polo entro questa settimana dovrebbe varare la propria candidatura alla presidenza.

Poi c’è anche la coalizione “Noi per la nuova Umbria” di Claudio Ricci, consigliere regionale uscente, che da anni lavora su tre liste civiche: Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria. «Vogliamo cambiare ma con la capacità di fare, secondo le risorse possibili, e la libertà di scegliere, senza alcun condizionamento, solo per il merito e il meglio della nostra Regione». Lo scrive Claudio Ricci spiegando di aver «depositato in Consiglio Regione 500 proposte per l’Umbria e sintetizzabili in 5 linee guida: amministrare bene, sviluppare lavoro, spostarsi veloce, innovare l’ambiente e curare umanizzando».

Virgilio Salani da Facebook Solo Andrea Liberati o Maria Grazia Carbonari possono essere i candidati per risollevare l’ Umbria … tutto il resto è teatrino da fuffa demenziale.

E infine si apprende che Forza Italia sostiene Donatella Tesei. Lo ha dichiarato Silvio Berlusconi in una intervista rilasciata al “Il Giornale”. La coalizione si dovrebbe chiudere con tre partiti e la presenza della compagine di Toti “Cambiamo” rimane molto in bilico, insieme ad altre liste civiche. Di queste, una dovrebbe essere “del presidente” e un’altra potrebbe essere affidata all’ex socialista, oggi presidente del consiglio comunale di Perugia, Nilo Arcudi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*