Ospedale Pantalla, Mancini (Lega), polemiche sterili sarò lì ogni settimana

e lavorerò con i sindaci del territorio per costruire il futuro

 
Chiama o scrivi in redazione


Ospedale Pantalla, Mancini (Lega), polemiche sterili sarò lì ogni settimana

Ospedale Pantalla, Mancini (Lega), polemiche sterili sarò lì ogni settimana

“Le recenti polemiche nate in seguito alla mia presenza presso l’Ospedale di Pantalla sono sterili e insensate, poiché non sono andato a fare una passerella ma a informarmi su quali servizi fossero attivi così da comunicarli con esattezza ai cittadini, come ho fatto attraverso la mia pagina Facebook – ha esordito il Consigliere della Lega, Valerio Mancini – in questi mesi sono stato più volte a far visita ai medici, infermieri e operatori sociosanitari che lavorano nella struttura della Media Valle del Tevere e continuerò a tornare per verificare personalmente quali prestazioni vengono garantite e per confrontarmi con il personale e con gli utenti del presidio.

Sarò a Pantalla ogni settimana – ha reso noto il leghista – questo non è il tempo delle polemiche, è il momento della responsabilità. I sindaci della Media Valle del Tevere hanno mostrato sin dall’inizio dell’emergenza collaborazione con le istituzioni regionali garantendo così una gestione più efficace possibile della crisi sanitaria: io sono e sarò al loro fianco e insieme costruiremo il futuro dell’ospedale di Pantalla quando questa emergenza sarà terminata.

La pandemia ha imposto scelte difficili – ha sottolineato Mancini – e la nostra sanità pubblica, fatta da professionisti eccellenti, sta lavorando senza riserve per poter garantire ai cittadini le cure che meritano nella loro regione. Il presidio di Pantalla è una struttura centrale nella sanità Umbra – ha concluso Mancini – io sono a disposizione di tutti i cittadini che abbiano necessità di un confronto sul tema, il mio numero di cellulare è pubblico, ma non darò spazio alle polemiche di chi, anche in questa fase delicata, antepone il colore politico al bene della comunità”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*