Inox e acciai, Pd: “L’Ue salvaguardi le produzioni comunitarie”

 
Chiama o scrivi in redazione


Inox e acciai, Pd: “L’Ue salvaguardi le produzioni comunitarie”

Inox e acciai, Pd: “L’Ue salvaguardi le produzioni comunitarie”

Salvaguardare le produzioni europee di inox e acciai speciali mettendole al riparo dal differenziale dei costi e rendendole competitive. E in particolare sviluppare il siderurgico in ambito comunitario facendo sì che qualità delle produzioni, buona occupazione e attenzione alla riduzione dell’impatto ambientale non siano uno svantaggio sui mercati internazionali per chi produce in Europa.

Questi dovrebbero essere gli obiettivi dell’Unione Europea, che non può non interrogarsi sulla necessità di inserire inox e acciai speciali nel meccanismo di adeguamento del carbonio alla frontiera (Cbam). Al contrario, le indiscrezioni circolate nei giorni scorsi sulle bozze di regolamento Cbam in fase di definizione a Bruxelles destano preoccupazione per l’esclusione di inox e speciali dai controlli. Non solo, quindi, sottolineiamo l’urgenza di una revisione della bozza di regolamento perché arrivi in sede di discussione con un indirizzo chiaro circa la valorizzazione della siderurgia europea, ma saremo impegnati in prima linea e nelle sedi opportune perché le forze politiche e le istituzioni siano sensibilizzate rispetto a un tema centrale per la manifattura, che riguarda l’Europa ma anche l’Umbria e Terni, dove opera uno dei maggiori player internazionali del settore, Ast”.

Così, in una nota, i segretari regionali, provinciale e comunale Terni del Pd Tommaso Bori, Fabrizio Bellini e Pierluigi Spinelli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*