Il consigliere Miccioni si dimette dall’Osservatorio per la Ztl

“L’assessore Casaioli nega la parola a residenti, commercianti e professionisti su un tema di grande rilevanza”

Il consigliere Miccioni si dimette dall’Osservatorio per la Ztl
Leonardo Miccioni

Il consigliere Miccioni si dimette dall’Osservatorio per la  Ztl

PERUGIA – “L’accessibilità del centro storico è un tema centrale per il futuro della città, ma la sensazione è che l’assessore Casaioli e con lei la giunta non ne abbiano colto a pieno l’importanza. Altrimenti ci si sarebbe impegnati per riconvocare l’osservatorio comunale per la ztl e per allargare il dibattito alla città”. Così, in una nota, il consigliere comunale Leonardo Miccioni che annuncia le sue dimissioni dalla commissione “con l’obiettivo di stimolare un dibattito largo e aperto su tematiche per niente marginali per la città del futuro”.
“Nelle premesse – spiega Miccioni – l’osservatorio avrebbe potuto rivestire un ruolo molto importante, di supporto al lavoro della giunta, un reale punto di incontro fra le associazioni dei residenti, i rappresentanti di commercianti e professionisti con l’amministrazione comunale, per discutere ed elaborare proposte su come migliorare la fruibilità del centro storico. È con questo spirito che ho dato la mia disponibilità a prendere parte alla commissione, in un’ottica di piena e positiva collaborazione nell’interesse della città.
Purtroppo, da luglio 2017, data di insediamento dell’organismo, non se ne è saputo più nulla e i buoni propositi rispetto al coinvolgimento della commissione, all’allargamento della partecipazione e alla organizzazione di nuovi incontri sono rimasti lettera morta.
L’impressione è che le istanze e i suggerimenti dei cittadini e di coloro che il centro lo vivono e lo animano, non siano minimamente prese in considerazione dalla giunta, che dimostra chiusura e scarsa volontà di confrontarsi, oltre a un immobilismo che ha prodotto solamente una situazione di stallo; in quattro anni nulla è stato fatto per l’accessibilità al centro storico e le problematiche poste dai perugini sono ancora lì, in attesa di essere non solo risolte, ma almeno discusse.
Ricordo che anche le linee programmatiche di mandato del sindaco pongono il miglioramento della accessibilità nel centro storico tra i temi centrali da dirimere, indicando la necessità di aprire un confronto con i cittadini e i soggetti economici sul sistema Ztl. Ritengo opportuno e necessario che la discussione torni alla città e che le decisioni non siano più circoscritte ai soli dirigenti e alla giunta.
Per questo oggi rassegno le mie dimissioni da componente dell’osservatorio comunale per il rilascio dei permessi Ztl, con l’intento di riaccendere il dibattito cittadino sul miglioramento dell’accessibilità al centro storico, tema di forte interesse per tutta la comunità perugina e su cui la città ha molto da dire”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*