Controlli a tappeto su Perugia grazie a direttive Ministro dell’Interno

Controlli a tappeto su Perugia grazie a direttive Ministro dell'Interno
Ministro Matteo Salvini

Controlli a tappeto su Perugia grazie a direttive Ministro dell’Interno Il Ministro Salvini detta la linea anti-spaccio: controlli a tappeto su Perugia, la pacchia è finita anche per gli spacciatori “Dopo il contrasto alla immigrazione con un’evidente riduzione degli sbarchi, dopo lo sgombero e il conseguente abbattimento delle ville dei Casamonica nella lotta contro le mafie, lo spaccio e chi lo gestisce, il Governo ha varato un’altra importante novità in materia di sicurezza, tema molto caro alla Lega di Perugia che lo definisce un punto fondamentale del proprio programma elettorale.

“Pugno duro contro chi delinque, e chi spaccia – fa sapere il direttivo cittadino del Carroccio – questo è uno dei principali punti che metterà in atto la Lega al Governo della città- al fine di contrastare una piaga sociale che da troppi anni vede protagonista in negativo Perugia. Dati alla mano, spaccio e criminalità hanno allontanato dalla città molti studenti rovinando ragazzi e famiglie intere.

Finalmente, con l’aiuto delle istituzioni nazionali,con quello delle forze di polizia e con la collaborazione di tutti cittadini, gli strumenti necessari potranno essere messi a disposizione dei cittadini e delle Istituzioni: anche per gli spacciatori è finita la pacchia!

L’ordine – spiegano dal Carroccio – arriva, tramite circolare ministeriale, direttamente dal Ministro Matteo Salvini che vuole dare un ulteriore colpo al business droga delle mafie italiane e straniere e allo stesso tempo impegnare i municipi a mettere in sicurezza i luoghi degradati.

Dotare i sindaci di maggiore potere decisionale è sempre stata una prerogativa della Lega che piano piano sta rimettendo in piedi una nazione lasciata per troppi anni senza una reale guida, in balìa di se stessa e genuflessa ai poteri forti dell’Europa”.

Commenta per primo

Rispondi