Aeroporto Perugia, Chianella, nuovi accordi sono con compagnie solide

Aeroporto Perugia, Chianella, nuovi accordi sono con compagnie solide

Aeroporto Perugia, Chianella, nuovi accordi sono con compagnie solide. Nella sessione dedicata al Question time della seduta odierna dell’Assemblea legislativa, il consigliere regionale Claudio Ricci (Misto-Rp/Ic) ha chiesto all’assessore Giuseppe Chianella chiarimenti sulla gestione dell’aeroporto internazionale dell’Umbria e in particolare sulle “criticità causate da linee aeree programmate e non attivate”. Illustrando l’atto in Aula Ricci ha rilevato che “dal 2017, pur consolidandosi la quota dei 250mila movimenti passeggeri all’anno (anche se l’obiettivo è di 500mila passeggeri per ottenere il pareggio di bilancio), si sono determinate problematiche relative a nuove linee aeree annunciate, promosse con conferenze stampa e poi non attivate o svolte in modo incompleto (Fly Marche, Blu Jet-Fly Volare, Cobrex e AliBlue Malta) con indotti negativi in termini d’immagine, continuità e affidabilità dei servizi aerei.

Vorremo quindi sapere: “se la Giunta intende aumentare il sostegno economico della Regione Umbria, attraverso Sviluppumbria, per consolidare e ampliare le relazioni con compagnie aeree low cost solide, attivando linee aree stabili annuali con adeguate reti commerciali. Inoltre sarebbe necessario far stazionare con i necessari servizi uno o due aeromobili presso lo scalo umbro”.

L’assessore Chianella ha risposto spiegando che “negli ultimi 20 anni ci sono stati forti investimenti su questa infrastruttura, come riconosciuto dal consigliere. C’è l’impegno della Giunta per evitare che si ripetano situazioni come quelle segnalate, il cui impatto negativo è peraltro tutto da dimostrare dato che i collegamenti attivi stanno andando bene.

La Sase sembra oggi essere interessata a contatti con compagnie già sul mercato da tempo, con successo ed esperienza. Le prossime azioni di comunicazione e promozione partiranno solo dopo la conferma dei voli. Il sostegno economico della Regione c’è stato ed è stato importante.

La Sase è una delle più sane società di gestione degli scali regionali. Giusto ieri il presidente della Seconda commissione ha chiesto un incontro su questo argomento, in quella sede potremo approfondire i dettagli della questione”.

Il consigliere Ricci ha replicato auspicando un incremento delle risorse regionali destinate alla gestione dell’aeroporto, da investire su compagnie strutturate, solide e dotate di una rete commerciale efficiente. In Commissione andrà approfondito il ruolo di Sviluppumbria in Sase”.

correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
30 − 21 =