Abusivi a Pian di Massiano, Lega, offriamo al comune collaborazione per risolvere problema

 
Chiama o scrivi in redazione


Abusivi a Pian di Massiano, Lega, offriamo al comune collaborazione per risolvere problema

Abusivi a Pian di Massiano, Lega, offriamo al comune collaborazione per risolvere problema Con il decreto sicurezza approvato qualche giorno fa in Senato finisce la pacchia anche per gli abusivi assidui frequentatori di parcheggi e mercati perugini . Ad esprimere soddisfazione per il decreto, la Lega Perugia, presente questa mattina al mercato di Pian di Massiano con il senatore Simone Pillon, il direttivo cittadino Lega ed alcuni sostenitori e militanti.

“Viviamo in un paese in cui il Governo Centrale per anni ha tollerato l’abusivismo, lasciato le amministrazioni locali da sole e le forze dell’ordine con pochi mezzi per lavorare. Ma la pacchia è finita. Offriamo al comune di Perugia la nostra collaborazione, perché insieme si può ripulire la città. Anche questa mattina – si legge nella nota –  abbiamo documentato con foto a quali livelli arrivi l’abusivismo al mercato di Perugia iniziando dai parcheggiatori: immigrati che chiedono soldi e minacciano i passanti se non gli viene dato quanto richiesto.

Abbiamo poi riscontrato e segnalato la presenza dei venditori irregolari, anche in questo caso immigrati, che agiscono a neanche un metro di distanza dagli ambulanti regolari i quali, al contrario degli abusivi, pagano le tasse, tra cui quella di occupazione del suolo pubblico.

La Sicurezza non è solo la percezione dei cittadini di non correre alcun rischio per la propria incolumità, ma anche la consapevolezza di potersi fidare del sistema normativo e giudiziario italiano e soprattutto la certezza della pena per chi commette un reato. Ciò che accade a Pian di Massiano avviene in tutta Italia, ma pensiamo che attraverso una politica di controllo del territorio e soprattutto grazie al Governo centrale che sta varando leggi fondamentali per ripristinare la sicurezza cittadina, si possono ristabilire quelle condizioni di legalità tanto care alla Lega”. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*